PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Frasi di Roberto Saviano

Ti piace Roberto Saviano?  


Pagine: 123

Maledetti bastardi, sono ancora vivo!

   4 commenti     di: Roberto Saviano


La parola non può cambiare le cose. Ma almeno ci prova.



Certo che ho guadagnato dei soldi ma se così non fosse avrei già dovuto smettere di scrivere le cose che scrivo perché non avrei i mezzi per difendermi dalle querele che mi fioccano addosso da parte dei malavitosi, Raffaele Cutolo in testa, tutte vinte peraltro, per fortuna.

   2 commenti     di: Roberto Saviano


Riflettevo su come sono paradossalmente attraenti i nomi dei luoghi di criminalità; più atroce: non è forse bello e leggiadro chiamarsi Casal di Principe, dove regna la camorra? Oppure Filadelfia, terra di feroce 'ndrangheta? Oppure Corleone, fino a non molto tempo fa importante crocevia di mafia? E imperdonabile è che nessuno di queste tre cittadine fosse un borgo povero, ma al contrario piuttosto prospero e fiorente.

   0 commenti     di: Roberto Saviano


Impegnarsi vuol dire soprattutto rischiare. Non solo la vita, ma la propria serenità

   5 commenti     di: Roberto Saviano


Raccontare come stanno le cose vuol dire non subirle.

   3 commenti     di: Roberto Saviano


Bisogna trovare la forza di cambiare. Ora. O mai più



Mi ritrovo con una grande voglia di vendetta contro chi mi costringe a questa vita e talmente nervoso che mi rovino le mani dando cazzotti contro il muro. E chissà come sarei ridotto se non mi potessi sfogare allenandomi con uno degli amici che mi proteggono, pugile un tempo, prima di entrare nell'Arma.

   0 commenti     di: Roberto Saviano


I boss nei loro memoriali di denuncia con scherno supremo scrivono di me "noto romanziere", cioè "noto contaballe", magari anche un po' omosessuale, offesa massima per i camorristi.

   2 commenti     di: Roberto Saviano


Io credo che in qualche modo i sogni più privati possano coincidere con quelli più nobili, i sogni sociali, quando iniziano ad assomigliarsi. Uno dei miei sogni era stato quello di rimanere nella mia terra, raccontarla, e continuare, come dire, a resistere. Mi piace usare una frase di un vecchio barbuto che scrisse questa cosa in un vecchio libro: Tutto ciò che io desidero non è possibile identificarlo e quindi preferisco dire che io voglio il sogno di una cosa. E quindi anche io sogno una cosa

   0 commenti     di: Roberto Saviano




Pagine: 123

Libri di Roberto Saviano

Vieni via con me
 
commenti0