username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dio si conosce meglio nell'ignoranza

 


23 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Giuseppe Vita il 23/12/2014 16:00
    Quando mai la ragione ha dimostrato l'esistenza di ciò che non fa parte di questo mondo? La ragione è umana, Dio fa parte d'un mondo a noi trascendentale. Giunto all'apice delle sue possibilità, il raziocinio si ferma ad un bivio. La strada che prosegue è quella della fede, la strada che dirotta è quella del materialismo. Sant'Agostino era un filosofo e si è reso conto di tutto ciò. Condivido pienamente quanto lui ha detto.
  • massimo vaj il 21/05/2014 08:15
    Questo perché si evitano i pregiudizi, ma Sant'Agostino si riferisce alla santa ignoranza che contrasta la "cultura" superficiale, non a quella dei bruti che rifiutano di conoscere.
  • Luigi Lucantoni il 26/03/2013 23:15
    il bello di questo pensiero è che è pienamente condivisibile sia da un credente che da un ateo
  • il 03/12/2012 17:17
    Non riusciamo a cogliere Dio quando, mentre lo cerchiamo, troppe immagini frapponiamo tra noi e LUI che l'oscurano. A volte completamente.
  • stelsamo il 02/12/2012 19:35
    L'eccessiva conoscenza talvolta fa pensare all'uomo che egli possa fare a meno di Dio.
  • Antonio Gariboli il 02/12/2012 13:15
    Ha ragione Sant'Agostino perchè secondo me vuo dire che nell'ignoranza si trova la semplicità e nelle cose semplici si riconosce meglio Dio.
  • franco buniotto il 02/12/2012 11:10
    Più so e più mi accorgo di non sapere, e allora cerco. Questo è il segreto della felicità!...
  • il 02/12/2012 09:57
    certo se si tenta di descriverlo dal punto di vista storico
  • augusta il 02/12/2012 08:32
    non sono d'accordo...
  • giuseppe gianpaolo casarini il 02/12/2012 08:01
    Vero!
  • rescaldani franco il 02/12/2012 06:16
    "Beati i poveri di spirito, perchè di essi sarà il Regno dei cieli"

    (Vangelo secondo Matteo, "Le beatitudini" Matteo 5, 5)
  • francesco verducci il 26/08/2012 17:11
    Nell'ignoranza, o non conoscenza, ci stanno solo chi non vuol conoscere. Nella conoscenza ci stanno coloro che non si accontentano. D'altra parte, i preti sono persone colte.
    Domanda: se dio ha donato all'essere umano, da lui creato (?), la capacità di conoscere, perché dovrebbe volere l'ignoranza dello stesso per la sua conoscenza?
  • Francesca La Torre il 22/07/2012 17:11
    Sono pienamente d'accordo, anzi aggiungerei che spesso quelli troppo colti conosco meglio Satana oppure hanno principi etici molto validi.
  • Massimo Genovese il 06/02/2012 13:32
    si soprattutto Gesu' diceva che Dio si nasconde ai sapienti
  • Grazia Denaro il 24/01/2012 01:21
    Dio si può conoscere meglio sempre
  • Gianni Spadavecchia il 09/12/2011 15:35
    Non condivido se devo essere sincero..
  • Francesca La Torre il 21/11/2011 07:57
    Io su questo non ho mai avuto dubbi e adesso che so che l'ha detto anche sant'Agostino mi sento meglio.
  • il 26/06/2011 19:27
    Forse perché a quei tempi non era stata ancora scritta fides et ratio!
  • Donato Delfin8 il 16/04/2011 23:15
    D'accordissimo.
  • Bruno Briasco il 01/04/2011 18:27
    Conoscenza e disquisizione allontanano dalla Fede e da Dio rendendoci superbi... forse che non lo siamo?
  • Laura cuoricino il 23/08/2010 19:33
    Nell'ignoranza c'è la semplicità, la vera ricerca: quella del cuore!
  • il 10/04/2010 22:44
    verissimo, mi piacciono molto i temi di sant'agostino perchè sono di un vero ateo che è stato fatto santo per la sua ricerca di dio. Un pensiero da sicuro rogo... ops hehe
  • il 25/03/2010 19:20