username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La morte è il non-essere. Dopo di me accadrà ciò che è stato prima di me. Se prima non abbiamo sofferto, vuol dire che non soffriremo dopo. Siamo come una lucerna che, spegnendosi, non può stare peggio di quando non era accesa. Solo nel breve intermezzo possiamo essere sensibili al male.

 


6 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesca La Torre il 19/10/2011 18:35
    Io mi auguro che sia veramente cosi', perche' la vita e' gia' una bella sofferenza, se dopo fosse uguale o peggio non avrebbe nemmeno senso vivere!
  • rosaria esposito il 20/08/2011 21:33


  • Donato Delfin8 il 22/02/2011 00:09
    C'è chi è faro e chi lanternuccia ah bè
  • il 21/02/2011 22:51
  • Pietro Saltarelli il 19/10/2010 11:52
    altro che non-essere. La morte è il passaggio di vita in vita. verso la vita vera, piena, totale. ci fermiamo un poco qui e poi riprendiamo il nostro cammino, ha detto un grante testimone del 1900, Papa Giovanni XXIII'. ed è l'occasione che ci viene data per amare. unica e irripetibile. E la lucerna che si spegne, lo fa con gioia, perché sa di aver molto illuminato. Sa che con la sua luce ha permesso la vita.
  • Pietro Saltarelli il 19/10/2010 11:49
    altro che non-essere. e' il passaggio di vita in vita. verso la vita vera. la lucerna si spegne con gioia, perchè sa che molto ha illuminato e con la sua luce ha permesso la vita