username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Le superpotenze si comportano da gangster e i paesi piccoli da prostitute.

 


8 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 10/11/2012 10:41
    Che i "piccoli", oltre a soffrire, debbano anche essere insultati con affermazioni ingiuste come tutte quelle generiche, non lo sopporto. Anche perchè ci sono tanti "piccoli" che muoiono per la libertà.
  • augusta il 09/11/2012 11:41
    grande comelli... analisi perfetta...
  • stelsamo il 09/11/2012 08:36
    I piccoli purtroppo spesso non hanno nessuna possibilità contro i potenti se non soccombere.
  • rescaldani franco il 09/11/2012 08:11
    con cristiano Comelli al 100 % !
  • franco buniotto il 09/11/2012 07:25
    Viceversa sarebbe meglio.
  • giuseppe gianpaolo casarini il 09/11/2012 07:15
    Tutto da verificare nei tempi e luoghi..
  • cristiano comelli il 30/06/2012 12:25
    Non direi, non sono favorevole a queste visioni manichee per cui tutti i buoni da una parte e tutti i cattivi dall'altra. Gli Stati Uniti sono una superpotenza sicuramente dalle diverse storture ma vogliamo almeno ricordarci chi dobbiamo ringraziare (anche) se siamo stati liberati dal giogo nazifascista? Quanto ai piccoli paesi prostitute, non credo che le colonie facessero salti di gioia a essere invase da una nuova madrepatria che soffocava le loro tradizioni e le sfruttava ignobilmente. Se prostitute erano, e per me non lo erano, erano sfruttate senza la possibilità di potersi difendere. E lo sono ancora oggi, nell'indifferenza generale dell'Occidente "evoluto".
  • Donato Delfin8 il 23/05/2010 00:38
    Ottima sintesi.