username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La vera conoscenza non viene dai libri, neppure da quelli sacri, ma dall'esperienza. Il miglior modo per capire la realtà è attraverso i sentimenti, l'intuizione, non attraverso l'intelletto. L'intelletto è limitato

 


12 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • il 15/04/2012 01:04
    questo pensiero conferma la saggezza dei semplici. La saggezza frutto dell'esperienza e della sensibilità innata. Non è il dotto sempre saggio!
  • Raffaele Arena il 01/09/2011 00:41
    Penso che quest' uomo sia stato esempio di intelligenza e capacita' di sopravvivenza in ogni tipo di ambiente, arguto e umanamente immenso. Un guru dell'epoca moderna al pari di tanti altri. Per come ha affrontato tutta la sua vita grazie anche alla famiglia che lo ha sempre sostenuto. Grande Signor Terzani!!!!!
  • Anna Rossi il 18/08/2011 09:38
    come dire la saggezza è un'arma potente a disposizione di ciascuno, non conta la cultura, nè il ceto sociale di appartenenza. appartiene al proprio modo di vivere
  • il 20/04/2011 06:47
    La saggezza non è genetica né ereditaria né, tantomeno, può essere trasferita da una mente all'altra, come la cultura e il sapere.
  • Anna Giordano il 28/01/2011 21:38
    Niente di più vero, l'esperienza è la sola a darci le conferme che, magari, cerchiamo da sempre nei libri...
  • il 07/01/2011 04:00
    Ed ecco qua un altro aforisma pieno di saggezza!
  • Giacomo Scimonelli il 14/11/2010 13:24
    è verissimo... l'esperienza è predominante...
  • il 14/11/2010 03:15
    L'istinto è potentissimo. La mente "mente".
  • Antimo Maddaloni il 15/06/2010 21:30
  • il 22/05/2010 13:16
    i sentimenti nascono non si scoprono linteletto e la personalita' di come si e'
  • Maddalena Gatto il 01/05/2010 14:42
    Avere intelletto, intuito ed esperienza unita alla lettura, questa la vera ricetta per la conoscenza
  • il 31/03/2010 20:59
    L'intuizione è la qualità superiore dell'intelletto, e costituisce il punto di contatto tra l'Intelligenza universale e quella individuale. Semmai è limitato l'intelletto che si affida solo alla discorsività consequenziale prima che questa sia ordinata dall'intuito universale, il quale è conoscenza non relativa dei principi che legiferano l'universo intero.