username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I premi letterari sono una crudeltà. Soprattutto per chi non li vince.

 


13 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Mariapina Abate il 19/09/2013 11:28
    L'importante è partecipare...!!!
  • franco buniotto il 17/09/2013 12:38
    Per fortuna non conosco questo tipo di crudeltà.
  • daniela il 17/09/2013 09:53
    Amara verità
  • rescaldani franco il 17/09/2013 07:37
    Il premio letterario è un po troppo commerciale per essere una crudeltà e meglio volare bassi e starsene a casa, perchè dovresti partecipare a qualcosa che include un giudizio temporale?
  • andrea il 06/04/2013 15:03
    Non credo che la frase di Saba sia vera. Partecipare hai premi letterari senza aspettarsi riconoscimenti non è crudele, quando si ha la certezza che sarà solo il tempo che giudicherà il tuo valore.

    www. andrealucani. it
  • il 29/05/2012 18:52
    Non so fino a che punto possa valere questa asserzione forse perchè è già un premio, per me personalmente, partecipare selezionando bene, però, il concorso letterario.
  • Pasquale Martino il 21/08/2011 20:41
    Si concordo col poeta e filosofo, ma asserisco che sono più crudeli coloro che organizzano questi premi escludendo a priori molti autori perché non consoni alle loro aspettative o fuori da quegli editori rappresentativi, insomma una sorta di raggiro letterario fatto ad arte.
  • Giacomo Scimonelli il 01/07/2011 08:00
    servono a poco.. i più bravi sono sempre quelli che in vita non ne ricevono...
  • Rovena Bocci il 22/05/2011 09:28
    Si, però senza, nessuno saprebbe mai che uno o l'altro esiste.
  • Virginio Giovagnoli il 02/02/2011 15:50
    Sono daccordo.
    Però sono necessari altrimenti come ci si distinguerebbe.
  • Maria Teresa il 10/11/2010 16:32
    Beh, bisogna anche saper perdere, come cantava qualcuno tanto tempo fa.
  • Emanuele Melissa il 25/09/2010 14:22
    Io la vedo come dire che i premi introducono un metro del tutto insensato e stupido di giudizio che comunque fa leva sulla nostra vanità.
  • clem ros il 08/09/2010 15:52
    è come quando Andreotti dice che il potere logora chi non ce l'ha.