username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'uomo è nato per l'azione, come il fuoco tende verso l'alto e la pietra verso il basso. Non essere occupato e non esistere è per l'uomo la stessa cosa

 


9 commenti:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • cristiano comelli il 12/06/2012 17:39
    Dipende dall'occupazione che si ha. Se l'occupazione è cercare di ostacolare la felicità altrui, è proprio meglio non essere occpati. Anzi, vi sono, in generale, casi in cui essere occupati equivale a distruggere il mondo, perciò, in casi come questi, è meglio non esistere da intendersi come non creare danni. L'esistere, invece, comporta l'agire responsabilmente, e solo ma solo in questo senso l'azione equivale al senso dell'esistenza. È comunque da escludere come idea di esistenza ogni efficientismo tanto per fare.
  • Terry Di Vetta il 02/04/2012 16:49
    Non essere occupato avvizzisce la mente e annichilisce l'anima.
  • Valerio La Ferla il 19/04/2011 19:42
    *DEL mondo.
    Scusate!
  • Valerio La Ferla il 19/04/2011 19:42
    Una frase che riassume tanti, ma tanti concetti e problemi nel mondo. Tante volte la gente è portata a non impegnare la mente in qualcosa e tante altre volte diventa una scelta di vita. In tutti i casi, la pigrizia uccide, non porta a nulla, signori miei, giochiamoci il tutto per tutto e diamo fondo ad ogni nostra risorsa!
  • il 29/07/2010 02:17
    Evidente la potenza e realtà del pensiero
  • laura cuppone il 13/07/2010 20:58
    ma é nato per l'azione o é la stessa cosa se sta fermo?????
    non l'ho capita.
  • il 08/01/2010 16:18
    Verissimo
  • Maddalena Gatto il 05/01/2010 01:23
    Sono d'accordo
  • Francesca La Torre il 13/12/2009 19:12
    lo trovo giustissimo: se l'uomo non impegna la mente per realizzare se stesso, muore un po' per volta.