accedi   |   crea nuovo account

Frasi e aforismi sul dolore

Pagine: 1234... ultima

Quando arriva il momento di riflettere? Quanto le esternazioni pessimistiche vengono naturali e quelle umoristiche suonano sempre più artificiose. Grazie a un allenamento quotidiano e semi-involontario, diventiamo maestri dell'inquieto vivere.

   3 commenti     di: Alessandro


Sanna, un bimbo nostro appena cresciuto, morto in Afghanistan dagli infedeli, con una pallottola nella tempia, una seconda volta con la nostra indifferenza.



Quando crollano i tuoi sogni campione te ne vai vagando con la tristezza nel cuore. Quando il mondo che credevi migliore ti sorride col suo ghigno peggiore

   0 commenti     di: Giulia R.


Prima di condannare coloro che si suicidano, le persone dovrebbero riflettere bene su quanto effettivamente abbiano sofferto loro stesse; tanto da pretendere di potersi mettere nei panni altrui.

   8 commenti     di: Luigi Lucantoni


Puoi dispiacerti tanto per ciò che accade agli altri, ma quando ciò accade a te hai l'impressione che faccia sempre più male.



E poi, domani ogni cosa sarà una cicatrice



È terribile combattere contro una persona che conosce ogni tuo punto debole. È terribile che usi ogni arma con precisione chirurgica per colpirti, per raggiungere i suoi scopi. È terribile sapere che lo fa solo per una assurda vendetta, per il gusto di vederti soffrire ancora. È terribile sapere che è la persona che amavi fin dal pr... ofondo dell'anima a farti questo. È terribile che usi come arma i bambini per farti gemere di dolore e ottenere da te quello che vuole. È terribile come ti racconti la sua nuova vita come se a te non importasse nulla. È terribile che pretenda che tu rimanga suo amico e che l'aiuti sempre e comunque. È terribile che esterni ancora i suoi sentimenti verso di me, e che stia tra le braccia di un altro. È terribile.. è crudele.. è irrispettoso.. è micidiale.. è senza senso.. è incomprensibile.. è.. è... TUTTO TRANNE CHE AMORE. E per una donna che non ti ama non vale la pena soffrire. Io mi detesto per questo, mi odio fin nelle viscere perchè peno ancora. Non posso, non volgio più soffrire. Voglio trovare la mia serenità, due baci, due coccole, un po' di comprensione. Il cammino è ancora lungo, dovrò soffrire ancora tanto. Nel mio sangue scorre veleno. La cura è una sola, aspettare che il suo effetto passi. Ma se ci fosse qualcuno che mi aiuta e condivida con me questo immenso fardelo per me sarebbe tanto. Qualcuno che mi stringa il cuore dolorante e che me lo culli, me lo accarezzi. Qualcuno che sia conscio che ora non ho nulla da offrire se non la mia sofferenza. Ma che sia convinto che poi passerà e l'anima riavrà tutta l'energia per poter offrire ancora qualcosa.. e non solo prendere... come stà chiedendo ora

   8 commenti     di: Gianmarco


I fantasmi del passato vengono quando hai troppo tempo per pensare



Il cazzotto è l'apostrofo nero tra le parole t'odio.

   12 commenti     di: Auro Lezzi


Prima credevo fossi la luce delle stelle, poi ti ho scambiato per il fuoco della rabbia, ora capisco che sei il riflesso della nostalgia.

   7 commenti     di: Noir Santiago



Pagine: 1234... ultima



Cerca tra le opere

La pagina riporta i titoli delle opere presenti nella categoria Dolore.