accedi   |   crea nuovo account

Speleologia interiore

Ali di cera? Sono fuori moda, ormai. Preferisco costruirmi una bella trivella di pasta frolla, per scavare nelle più incoerenti profondità dell'animo umano, fino a uscirne distrutto. Infine, un allegro inconsapevole passerà di lì per caso, e ripulirà tutto mangiandosi i resti.

 

9
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 22/03/2012 08:11
    Salire... scendendo...è la nostra via... come Talpe... verso cieli interni...

    Bravissimo Alessandro... un allegro... inconsapevole... si svelerà...
  • Anonimo il 21/03/2012 16:45
    ale profonda introspezione ma molto sentita e bella...
  • Don Pompeo Mongiello il 16/03/2012 18:55
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua triste ma bella assai!
  • Anonimo il 16/03/2012 18:21
    Mmmmmmh... Pasta frolla... Sì, sì, sicuramente meglio delle ali. Le prime le compri, le usi una volta e le butti via, la pasta, invece, te la gusti ogni volta che vuoi... Ed è sempre un piacere.
  • Anonimo il 16/03/2012 15:50
    Non è facile esplorare le nostre incoerenze interiori. Lo hai ben espresso. Bravo!
  • Elisabetta Fabrini il 16/03/2012 13:04
    Un amaro viaggio nelle grotte del'anima...
    Bravo Alessandro!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0