PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

C'eri quasi

in amore, quando credi di aver toccato l'apice, ti ritrovi affannato in un garbuglio di emozioni che per non soffocare a volte sei costretto a rinunciare, per la felicità di chi spinge dalla opposta visione. alla fine se analizzi bene devi essere grato chi ti ha ostacolato.

 

4
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 09/04/2012 00:15
    molto acuto e profondo...
  • augusta il 31/03/2012 10:24
    sono d'accordo con carla.. con il senno del poi...
  • stella luce il 22/03/2012 15:08
    mah!!!! arrivare a ringraziare richiede molta molta molta analisi e non sempre si arriva ad esserne grati...
  • Anonimo il 22/03/2012 13:38
    Basta essere contenti e soddisfatti!
  • Anonimo il 22/03/2012 12:42
    con il senno di poi caro agostino...
    buona riflessione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0