accedi   |   crea nuovo account

Leggere

Posso affermare con serenità che un libro mi abbia lasciato qualcosa non nella misura in cui mi fornisce delle risposte, ma in quella nella quale sa dischiudermi l'orizzonte per pormi nuove domande. È sempre la domanda che apre nuove frontiere alla realtà, mai la risposta, pur se anch'essa è da ritenersi necessaria e dotata della massima dignità.

 

8
7 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 02/06/2014 08:26
    Condivisibile, ma è necessario anche dire che mai una verità non relativa può essere comunicata, e poi compresa nella sua essenza per questo essere stata comunicata. Chi insegna sa di non poter sperare in qualcosa di diverso dal poter sollecitare nuove curiosità, dopo aver messo in bilico convinzioni logicamente insensate.
  • rosaria esposito il 15/04/2012 19:08
    ogni volta che un libro "ci prende" è perché in lui, c'è una parte di noi, trasfusa tra le pagine per quel sottile mistero chelega autore e lettore...
  • Salvatore Di Trapani il 15/04/2012 18:10
    Stupendo aforisma che racchiude tutta la forza celata dietro le pagine di un libro che non è solo un luogo in cui rifugiarsi e trovare serenità ma, soprattutto, un luogo in cui trovare nuove domande che ci facciano riflettere e maturare. Perchè infondo leggere è questo, compiere un viaggio e maturare. Complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 15/04/2012 15:29
    UN AFORISMA... SUPERLATIVO E "IN MAIUSCOLO"... REALE LA TUA AFFERMAZIONEEE!!! CRISTIANO

7 commenti:

  • Donato Delfin8 il 17/04/2012 17:07
    eh già poi qual è la realtà ?
  • Vincenzo Capitanucci il 16/04/2012 23:27
    Leggere un buon libro...è un ricordare...
  • Anonimo il 16/04/2012 20:11
    Il libro è come un amico molto intimo che scava dentro ai nostri pensieri fino a snocciolarli e ricavarne il succo della realtà. Un gran bell'aforisma cristiano, porta alla riflessione ma, sopratutto, incanta i cosiddetti "topolini di biblioteca"...
  • Anonimo il 15/04/2012 23:46
    Sono d'accordo con lei perfettamente! Ed è per questo che la lettura mi prende... mi desta altre curiosità.
    Bravo Cristiano!
  • Gianni Spadavecchia il 15/04/2012 22:47
    ogni libro lascia un'esperienza.. Ho letto un libro fantastico che le consiglio, si intitola "Sette fiori di senape"..
  • Anonimo il 15/04/2012 16:28
    Un importante riflessione. Un caro saluto
  • Anonimo il 15/04/2012 15:59
    In effetti è così. Tra noi e il libro si instaura un normale circolo ermeneutico che ci consente di apprendere, di confrontarci, di approfondire per poi riproporre nuove domande. Un circolo sempre aperto all'ulteriore. Cordialità!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0