accedi   |   crea nuovo account

Fatuo

Arrivo all'infinito, senza chierdermi nulla, senza dover nulla, o forse ripensandoci nulla, mi è dovuto. Che cosa è dunque il mio corpo, se non qualcosa di fatuo, che gira nel vuoto della terra?

 

3
8 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosaria esposito il 27/04/2012 17:58
    in fondo l'intero universo che altro è se non un grandioso, sconfinato giramento di p...????
  • Anonimo il 27/04/2012 14:03
    non so... comunque questa poesia è un qualcosa di bellissimo!

8 commenti:

  • augusta il 31/05/2012 08:20
    carissima alice e qui sta il bello... ragionare sul complicato... anche se a me sembra di una semplicità che più di così non si può
  • alice righetti il 30/05/2012 22:30
    che complicata sei... qualcosa di semplice, no!!!
  • augusta il 05/05/2012 12:43
    gianni carissimo... grazie del tuo passaggio...
  • Gianni Spadavecchia il 04/05/2012 15:04
    Bella domanda alla quale forse non tutti sanno dare una risposta ma solo apprendere la tua..
  • augusta il 28/04/2012 12:56
    carissimo calamaio... dirti come si arriva all'infinito o cmq sfiorarlo... non lo so nemmeno io... forse con l'età, tutto scivola e ti accorgi che non c'è nulla... che come dice rosaria è
    un giramento di p...
  • Anonimo il 28/04/2012 12:38
    Nel vuoto della terra quel corpo è il contenitore di una spiritualità. Senza sarebbe cadevere... Sono curioso di capire come hai fatto ad arrivare all'infinito, perché vorrei tanto sfiorarlo anche io!
  • augusta il 28/04/2012 09:56
    carissima rosaria... je suis d'accord... grazie della tua visita... 1 beso...
  • augusta il 27/04/2012 14:35
    grazie mio bellissimo e affascinante frivolous...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0