username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Tacere?

In questo sito (come in molti altri siti della vita) vige una sorta di omertà: non si scrive mai o quasi che quell'opera è orribile, che è brutta. Il 98 per cento degli autori si arrabbia, diventa una iena: viene presa come un'onta personale perchè in effetti quello scritto scaturisce dall'intimo dell'autore in questione (a meno che non abbia voluto "sua sponte" pubblicare una schifezza orrenda per diletto). Personalmente credo che bisogna avere una forma di rispetto dell'intimo di una persona che in quello scritto si è messa a nudo (a modo suo). È come se ad una persona brutta si dicesse: "Ma quanto sei brutta". È da cafoni, no? In definitiva il problema rimane aperto: Meglio dirlo (con la dovuta delicatezza) o tacere?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • vincent corbo il 01/07/2012 11:49
    Anch'io ricordo... volevo fare una prova di memoria..
  • rosanna erre il 01/07/2012 11:47
    come mussolini e i matti... già te lo dicessi
  • vincent corbo il 01/07/2012 11:42
    in fondo penso tu abbia ragione.. Rosanna ha sempre ragione.
  • rosanna erre il 01/07/2012 11:37
    Io sono a favore delle critiche, credo che aiutino a migliorarsi. Personalmente ne vorrei ricevere... e in qualsiasi forma... una critica non sarà mai molto delicata comunque! Sta a me capire se è un'offesa gratuita o se ha qualche ragione d'essere. Non credo che perchè arriva dal mio intimo quello che scrivo debba essere indenne da giudizi... non sono io quella in giudizio ma ciò che ho scritto. In fondo siamo o non siamo su un sito di letteratura?
    Chi è in grado di fare delle critiche sensate secondo me non dovrebbe tacere! Sono tutte delle occasioni di miglioramento mancate non credi Vi?
  • Massimiliano Caldarone il 03/06/2012 03:18
    Ma alla fine non farebbe differenza, scrivere o vomitare lo si fa... e basta!
  • Luigi Lucantoni il 21/05/2012 03:10
    io non sono mai delicato, ma poiché amo il dialogo preferisco criticare sinceramente e obiettivamente invece di lanciare offese gratuite
  • Roberto Pellegrini il 18/05/2012 21:43
    A mio modesto parere, una cosa può piacere o non piacere... ma c'è modo e modo di far le cose. Se una poesia o un racconto mi crea nel leggerla un'emozione, di sicuro la commento. Se invece non mi dovesse piacere... non la commento, comunque sia il gusto è molto soggettivo quello che a me non piace a qualcun'altro può creare un'emozione e piacere. Non serve essere offensivi basta il buon senso.
  • Anonimo il 18/05/2012 21:31
    Personalmente, la penso un po' come Elisabetta e ALEX. Il concetto di bello/brutto è molto soggettivo e in genere mi affido solo a quelle che mi lasciano qualcosa, oltre che alla bravura dello stesso autore/autrice.
    Ciò che non mi sembra giusto è scrivere critiche come: "mi fa schifo" senza una ragione di fondo; o hai "senso critico" e dunque vuoi aiutare questa persona a migliorare, oppure lasci stare. Alla fine, anche i giudizi sono piuttosto relativi... E si ascoltano come non si ascoltano.
  • giuliano paolini il 18/05/2012 21:18
    dipende dall'occasione a volte abbiamo l'animo in subbuglio e diventiamo feroci con tutto e tutti a volte siamo leggeri e incensiamo ogni cosa dove sta l'inghippo forse non c'è è che siamo fatti così e quando offendiamo spesso troviamo risposta adeguata.
  • Anonimo il 18/05/2012 15:57
    Io penso che non ci sia giusto o sbagliato su questo, bianco o nero, ma: per quale scopo lo fai? La mia critica puo' apportare dei cambiamenti, è necessaria o è fine a se stessa? La mia voglia di commentare è pulita o nasce da una sorta di gelosia?

    L'uomo percepisce più di quello che sente o legge. E non sono nemmeno le parole usate: posso mandare a quel paese qualcuno con le parole e dirgli ti voglio bene con il pensiero.. oppure fare sentire uno straccio una persona dicendole semplicemente bravo!

    La trasparenza dovrebbe essere a doppio senso.

    "Colpire" qualcuno per una giusta causa non è mai un male, bisogna esserne consapevoli..
    Ciao
  • Anonimo il 18/05/2012 13:32
    Prima di tutto, credo che bisognerebbe far chiarezza sullo scopo del sito.
    Da sempre, sento dire che nessuno si sente un poeta, che questo non è un sito di poeti e che ognuno scrive liberamente le proprie cose.
    Detto questo, se non è un sito di poeti e se non si scrive per sottoporsi ad una critica, dovrebbe venire a cadere ogni forma di giudizio che invece, periodicamente, torna alla ribalta, da parte di alcuni.
    Inoltre, secondo me, essendo ciascuno libero di scrivere come e quello che sente, nessuno può sentirsi autorizzato a giudicarlo.
    Fra l'altro, essendo qualsiasi scritto opera di un impegno personale, a volte anche grande, anche se non si partoriscono cose eccelse, personalmente, preferisco esprimermi più sul messaggio e sull'impegno speso dall'autore che non sul resto, su cui non sarei neanche capace di esprimermi.
  • Elisabetta Fabrini il 18/05/2012 13:00
    Non sono nessuno io per giudicare se una poesia è bella o brutta, anche perchè il concetto di bellezza è molto soggettivo. Personalmente commento le poesie che mi emozionano, che mi arrivano dentro, che mi sfiorano l'anima perchè in qualche modo mi ritrovo in quelle parole. Tutto qui.
  • karen tognini il 18/05/2012 12:31
    Ci vuole un gran rispetto... non esistono scritti orrendi se scritti con l'anima e il cuore... e poi nessuno è nessuno per giudicare... per me è da cafoni...
    Comunque se propio uno non ne puo' fare a meno di commentare una poesia non troppo felice, deve avere la sensibilita' di non ferire l'anima di chi l'ha scritta...
    invece se una poesia è volgare e offensiva allora è giusto dare un giudizio negativo...
  • Vincenzo Capitanucci il 18/05/2012 12:10
    sempre con un dovuta delicatezza... Fabio M. e Arcano Antares... ed Altri... mi hanno bastonato ben bene... ma in me non suscitano rabbia... perché in gran parte hanno ragione... e mi spronano...

    Bravo Vincenzo...è utile dare buoni consigli...
  • Anonimo il 18/05/2012 11:51
    Io penso esattamente come te. Rispetto prima di tutto!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0