accedi   |   crea nuovo account

Rispettare le parole

Personalmente chiedo a me stesso, Cristiano Comelli, di non dimenticarmi mai di questo imperativo: non approfittare del fatto che siamo, per fortuna, in una democrazia, per quanto imperfetta e migliorabile essa possa risultare, per mortificare la dignità delle parole usandole in modo abnorme e a sproposito. Uccidere la dignità della parola equivale a colpire al cuore lo spirito nobile di una civiltà. Ed è un vero crimine.

 

3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/06/2012 06:58
    Non resta che essere concorde per quanto sottolineato espressamente con coraggio...
    BRAVO CRISTIANO... BUONA GIORNATA
  • Ellebi il 12/06/2012 00:12
    Era un pezzo che non leggevo qualcosa di così vero riguardo la "democrazia". Anche riguardo la "povera" democrazia nostrana. Chi abbia vissuto sotto una dittatura, nel nostro paese, o in un paese straniero, lo potrebbe ben testimoniare. Dove non esistono i diritti democratici è la "parola" che per prima viene limitata, e duramente sanzionato colui che eccede i limiti imposti da poteri illimitati. Per questo dobbiamo avere doveroso rispetto nei confronti della parola nell'ambito democratico, appunto perchè libera, essenzialmente non sanzionabile, essa può fare molto male, e danneggia la stessa democrazia. Ecco perchè condivido le tue parole. In questo senso si può affermare che nel nostro paese, se le parole non venissero usate, dai politici, dai giornalisti, e dagli intellettuali in generale, in modo abnorme, moltissimo, e a sproposito, spesso, il nostra sarebbe una democrazia migliore, più rispettata dai cittadini, perchè più attendibile.
    Cordiali saluti. Ellebi

4 commenti:

  • Fabio Mancini il 12/06/2012 11:50
    Sono d'accordo con te. Ciao, Fabio.
  • Vincenzo Capitanucci il 12/06/2012 09:43
    Rispettare le Parole... democrazia = potere del popolo... liberandone l'essenza...

    Bravissimo Cristiano...
  • cristiano comelli il 12/06/2012 00:27
    Grazie a entrambi per il prezioso contributo di riflessione.
  • Anonimo il 12/06/2012 00:24
    È vero, spesso si usano le parole solo perchè si ha la capacità di dirne tante e catturare così attenzione e favori di chi ci ascolta. Spesso alle stesse non seguono i fatti e questo rende la parola priva di sostanza. Io credo che affinchè le cose risultino fatte, bisogna farle. ***** Franco

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0