PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A ognuno il suo

Non credere d'immedesimarti negli altri, perchè tanto loro non s'immedesimeranno mai in te... abbi cura e rispetto di tutto e tutti. Nel momento in cui a te il rispetto qualcuno lo nega, l'unica cosa che puoi fare, è fare in modo che il suo sorriso torni come quello di un neonato, ricordandogli che quelli che ha perso non sono da latte.

 

3
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 25/06/2012 08:16
    Lodevole pensare da acuto senno...
    BRAVA TERESA

5 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 07/07/2012 11:24
    Urca... non hai vie di mezzo!
  • Anonimo il 25/06/2012 11:34
    Grande Teresa... io ne so qualcosa... ahahah... vai a leggerti il mio racconto I tre naziskin e il barbone... http://www. poesieracconti. it/racconti/opera-6648
    Non crederai mai che un "professore quarantacinquenne" possa aver fatto una cosa come quella... ahahah... eppure! ciaociao
  • viktor il 24/06/2012 22:50
    Evvai!!! Un po' Rudjard Kipling, un po' Gandhi... un po' Talmud... Ci manca Paperino e poi è completo Ma com'è che ti vengono 'sti piccoli capolavori? Devo dire che questa massima da molto l'idea del tipo che sei... meglio andarci con i piedi di piombo... io ai miei denti ci tengo (anche perché rifarli poi costa... e io lo sai sono genovese
  • rosaria esposito il 24/06/2012 22:42
    ,,, e non gli rispunteranno più... Tere... occhio x occhio?...
  • Luigi Lucantoni il 24/06/2012 22:34
    in questo aforisma traspare una profonda necessità di essera lasciati in pace da tutto il mondo, da persona che soffre di depressione e solitudoine non posso concordare, poiché lo sforzo di capire gli altri e anche d'immedesimarmi in loro è un passo necessario per combattere l'indifferenza che ormai pervade la società come un'epidemia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0