accedi   |   crea nuovo account

Il paradosso

Il sangue dell'essere umano è alcalino e quello degli animali carnivori acido, frutta e verdura hanno un effetto alcalinizzante all'interno del nostro organismo, i cibi di origine animale, il nostro sistema immunitario li riconosce immediatamente come sostanze invasive e incompatibili, allora perchè mangiamo carne? Di contro c'è chi dice che l'uomo cominciando a mangiare carne si è sviluppato. Oggi gli animali sono in estinzione, i nostri paesaggi sono inquinati e stanno morendo, scomparendo, gli essere umani sterminano gli animali, le razze si estinguono, gli uomini si uccidono fra di loro in nome del dio denaro. Qui sorge un pradosso: la natura non aveva previsto ciò. L'uomo nella sua forma animale non avrebbe dovuto svilupparsi. È stato un grave errore inevitabile.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 12/07/2014 09:26
    La natura non ha necessità di dover prevedere, perché tutto l'esistente è consequenziale ai princìpi dei quali la natura è la conseguenza. Sono vegetariano da 40 anni, ma non così stupido da voler far morire di fame tutte le popolazioni nomadi che vivono della carne e del latte delle bestie che allevano.

2 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 04/07/2012 03:30
    tutte le epecie estinte sono stati errori e continueranno a ricomparire, a dimostrazione dell'infondatezza delle visioni teleologiche dell'universo
  • Messer Tia il 01/07/2012 16:30
    È un po' una generalizzazione. Anche io la penso così, ma, per certi versi, è un'ingiustizia. Individui che hanno fatto il bene per l'uomo e la natura non devono pagare degli errori altrui. Comunque, se fossimo in grado di giudicare un contesto, potremmo dire che è la società a "farci crescere" in modo sbagliato. Viviamo in un mondo caratterizzata per lo più dal divertimento, dallo spreco, dal denaro e dalla quantità di esso posseduta, spesa, desiderata. Qui si fa ancora più presente il costante desiderio dell'uomo di volere "di più", ma non tutti sono così. Se solo fossimo cresciuti (noi genere umano) in contesti come rispetto reciproco, regole ferree e inviolabili, amore (eccetera) magari qualcosa sarebbe diverso.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0