PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

In faccia al mondo

Ho sbattuto in faccia al mondo la mia disperazione perchè provasse rabbia, ribrezzo pena... mai

 

3
7 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Mauro Moscone il 31/08/2012 06:21
    un'affermazione piena di fierezza che condivido pienamente, brava
  • Antonio Garganese il 28/08/2012 07:01
    Il rischio grave è che, molto spesso, il mondo davanti alla disperazione prova unicamente pena, perché è più comodo.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/08/2012 04:45
    Concordo pienamente... una disperazione che cozza contro una pietra... l'esterno ignora il pianto... P_R_O_V_A_T_O
    IL MIO
    SILVIA

7 commenti:

  • Fabio Mancini il 10/03/2013 21:49
    Perdonami, Silvia. Non sapevo, né potevo sapere. E poi, il mio era un discorso braccio e molto, ma molto generalizzato. Che Dio ti dia la forza di sopportare la tua croce. Un sorriso sulle tue piaghe. Fabio.
  • silvia leuzzi il 10/03/2013 12:41
    Caro Fabio, pur ringraziandoti per l'attenzione prestata, ritengo che tu abbia dato un'interpretazione personalissima dell'aforisma che però si discosta da ciò che volevo affermare. Hai ragione se ognuno sbattesse il peggio di sé in faccia al mondo questi diventerebbe una pattumiera, ma la propria disperazione a volte è frutto del disinteresse del mondo, della solitudine sociale in cui si vive ad esempio la condizione di avere un figlio disabile psichico grave. Non è non fare agli altri quel che non vorresti che gli altri facessero a te, ma è pretendere di essere visti da un mondo che ti crede un fantasma. Un bacio a presto
  • Fabio Mancini il 10/03/2013 08:48
    Io penso che se ciascuno sbattesse in faccia al mondo tutto ciò che non vuole di sé, il mondo ben presto diventerebbe una pattumiera. Se vogliamo che il mondo sia un po' migliore di quel che è, dobbiamo iniziare da noi stessi, non facendo agli altri ciò che non vorremmo che venisse fatto a noi. Mia nonna diceva spesso: "Subisci i torti che ti fanno gli altri, senza però ricambiarli". Infatti, se ci comportiamo come si comporta la maggioranza, dov'è il merito che supponiamo di avere? Una risata cordiale. Fabio.
  • Anonimo il 29/09/2012 17:45
    Condivido. cara Silvia, purtroppo, è così. Scrisse, Ungaretti: "Gesù venne sulla Terra, per RIEDIFICARE UMANAMENTE l'uomo". Un abbraccio.
  • silvia leuzzi il 31/08/2012 10:02
    Caro antonio è vero ciò che dici ma chi mi conosce evita di dimostrarmi la pena smelenza e inutile... Grazie per aver prestato attenzione alle cose che scrivo
  • Mauro Moscone il 31/08/2012 06:20
    Un'affermazione piena di fierezza che condivido, brava!
  • loretta margherita citarei il 28/08/2012 05:08
    è così ... apprezzato

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0