username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Stazione Trastevere

Il 28 settembre 2012, alle ore 20. 00, un ascensore della stazione Trastevere funzionava. Sì funzionava, ed io l'ho utilizzato. Nell'ascensore vigeva un fetore di urina rappresa e mi sovrastavano scolature varie che, per l'altezza alle pareti, non potevano essere di urina. Mah, mistero. Il secondo ascensore, quello per risalire dal sottopassaggio e prendere il treno direzione Viterbo, non funzionava. Il tasto di chiamata aveva le scanalature riempite di grasso di dita multietnico, modellato da pressioni insistenti e stagionato dopo le calure estive. Sono salito a piedi con il mio fardello. Mi ci sono seduto sopra. L'Islam che abbondava lungo il binario faceva a pugni con l'afrore di prosciutto rancido. Sotto la pallida luna rilucevano vuote le bottiglie di plastica acciccate di sigarette spente, e quelle di vetro emananti retro-odori di birra sfiatata. I moderni schermi segnalavano "no signal". Ed improvvisamente, inatteso e scuro come una morte ingloriosa, ecco arrivare il treno.

 

5
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 31/12/2012 12:00
    Forse è colpa dei bagni a pagamento... e della privatizzazione delle ferrovie.. in molti luoghi c'è un grande degrado...
    il bere birra non è islamico... e la maleducazione è universale... per fortuna è arrivato il treno...
    Ti auguro a Te e famiglia... Nicola... uno strepitoso 2013...
  • Luigi Lucantoni il 14/10/2012 20:02
    ho letto con attenzione il tuo scritto e delle parti più ovvie non ci trovo nulla da ridire
  • Luigi Lucantoni il 14/10/2012 19:57
    la maggior parte degli immigrati non sono nemmeno musulmani, se c'è qualcosa di fuomoso sono le tue definizioni
  • Nicola Saracino il 14/10/2012 19:04
    ... ma la quasi totalità degli arabi sono musulmani. Luigi, tu dovresti sforzarti di leggere lo scritto, non le nubi che tu stesso ci proietti dentro.
  • Luigi Lucantoni il 02/10/2012 17:03
    arabo non è sinonimo di mususlmano, solo 1/10 dei musulmani sono di etnia araba
    conosco bene la sporcizia di Roma e i primi da incolpare sono gli italiani,
    la maggior parte degli stranieri attualmente non sono musulmani,
    sono stato in Germania, dove la percentuale d'immigrati è anche maggiore, ma lo è anche l'integrazione e non c'è il degrado che abbiamo quì
  • Nicola Saracino il 02/10/2012 07:47
    L'Islam c'entra con le presenze umane alla stazione trastevere, in buona parte arabi (almeno nel momento descritto). Non ti agitare quando non è il caso Lucantò, ci sono già tante occasioni per agitarsi giustamente... se esageri ti può prendere un coccolone.
  • Luigi Lucantoni il 01/10/2012 18:08
    non capisco cosa c'entri l'islam con la sporcizia di Roma, un musulmano potrebbe parlare negli stessi termini usando l'agettivo "cristiano"
  • Anonimo il 01/10/2012 14:11
    Potrebbe essere una delle più belle stazioni di Roma ma c'è degrado... oltre la sporcizia che denunci latita un controllo per evitare frequenti scippi... ma ci sono schermi giganteschi a tutto volume che non fanno nemmeno sentire gli annunci degli arrivi e partenze. Peccato!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0