username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

L'istinto della felicità

Il nostro essere umani non ha cancellato il fatto di essere comunque animali. Una delle migliori dimostrazioni di ciò sta nel fatto che, mentre la gioia può essere collettiva, la sofferenza è sempre e solo soggettiva.

 

1
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Francesca La Torre il 11/11/2012 06:27
    Io condivido che la sofferenza sia soggettiva, per quanto riguarda la gioia puo' essere collettiva, ma vissuta in modo individuale. Ciao.
  • Luigi Lucantoni il 18/10/2012 23:07
    forti legami sociali e affettivi garantiscono anche la gioia vera che in quanto tale è molto più comune di quanto non avvenga in una massa d'individui tristi e isolati
  • Anonimo il 18/10/2012 22:33
    Si credo che sia una giusta osservazione. La sofferenza vera vive solo nell'intimità, ma in parte sono convinta valga lo stesso anche per la gioia. La gioia non è collettiva, magari appartinene a un piccolo insieme, credo che tu la stia confondendo con l'euforia...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0