PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

È tutto finito

a lotta è stata vana... torno sconfitto nonostante abbia fatto del mio meglio per evitarlo... e vorrei sapere perchè non ne sono stupito. Si perchè ormai il copione è sempre quello, non cambia. Cambiano gli attori e i luoghi. Dopotutto non dovrei essere cosi amareggiato... forse avrei dovuto aspettarmelo! Quando arrivi a non sentire più dolore, evidentemente ti sei assuefatto... eh già! Ora mi chiedo soltanto, cosa ne sarà della mia vita? Ormai ovunque mi volto non vedo che terra bruciata intorno a me. Sentimentalmente parlando è come camminare in una strada piena di nemici... appena sentono il tuo passo, scappano a gambe levate. Non rimane niente, nessuno... nemmeno un cane. E pensare che nella mia vita non ho fatto nessun male, tranne quello di difendermi dai nemici in qualche raro caso. Ed in questo cammino solitario che faccio sono accompagnato da una sorta di senso di rassegnazione che a volte è difficile da mandare via. Si perchè mi chiedo... perchè tutte a me? Se il destino è una divinità... allora si diverte a prendermi in giro! Forse è giunto il momento di rompere i vecchi schemi... anche perchè quelli vecchi non funzionano più... La libertà è una cosa meravigliosa... ma l'affrontare la vita da soli è tremendamente triste. Eh staremo a vedere...

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Donato Delfin8 il 30/11/2012 00:23
    Scusa Giovanni usa le giuste tipologie. questa è una riflessione e andava nei racconti brevi come categoria riflessioni.
    grazie per la collaborazione.
  • loretta margherita citarei il 27/11/2012 19:30
    apprezzato complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0