username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Cinema (registi e protagonisti)

Entrare nella vita è come entrare in un set cinematografico senza sapere di esserne i protagonisti. Il più grande regista di tutti i tempi è stato il giapponese Akira Kurosawa. Ma nella nostra vita chi è il regista? Per ciascuno di noi c'è un regista diverso o è sempre lo stesso? Oppure siamo noi i registi e i protagonisti? (Vedi Chaplin)

 

3
7 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 13/02/2013 08:03
    Mi ha fatto pensare parecchio il tuo aforisma. Si può interpretala in tanti modi.
    Io credo che il regista lo debba fare solo per fare un film.

    Io sono sempre stata protagonista della mia vita e voglio continuare a farlo cercando sempre di seguire le le mie convizioni, voglio viverla sulla mia pelle fino all'ultimo, ma c'è sempre qualche "regista" che interferisce. Questo mondo è pieno di registi che vogliono vivere sulla pelle degli altri e non mettono in gioco la propria.
    Questo è il mio pensiero, ma mi piace molto il pensiero anche di Linguanti che lo condivido.
  • Anonimo il 12/02/2013 17:23
    Registri della nostra vita, dovremmo esserlo noi, utilizzando anche ciò che ci viene dagli altri. Non di rado, lasciamo che lo siano soprattutto gli altri.
  • Anonimo il 12/02/2013 12:03
    Vincè mi hai confuso le idee... lo sai che sono un tipo semplice!
    Ma visto che mi ci fai pensare, per me il regista è Dio ed io sono una pessima comparsa che gioca a fare L'attore

7 commenti:

  • vincent corbo il 18/02/2013 06:36
    In un certo senso hai ragione... ma non possiamo certamente mettere la Pietà di Michelangelo allo stesso livello di un'opera mediocre.
  • Luigi Lucantoni il 17/02/2013 22:04
    quando si tratta di arte possono esserci tante differenti classifiche altrettanto autorevoli, resta il fatto che quantificare la qualità di un artista come se fosse la scala Richter di un geofisico lo trovo illogico e quindi sbagliato
  • vincent corbo il 17/02/2013 06:42
    Si tratta di una classifica molto autorevole che pone al primo posto Kurosawa, al secondo Kubrick e al terzo Bergman. Il primo italiano è Vittorio de Sica all'undicesimo. Il mio regista preferito è Bunuel, che si trova al numero nove.
  • Luigi Lucantoni il 16/02/2013 23:06
    da amante del cinema e delle arti, trovo stupido fare una graduatoria aritmetica dei vari artisti, anche solo per indicare quello che appreziamo di più
  • loretta margherita citarei il 12/02/2013 18:29
    noi siamo registi e attori, apprezzatissimo pensiero
  • Anonimo il 12/02/2013 17:29
    Il regista è uno che, prima di dirigere, necessariamente pensa o "sente". Se tutti noi non facciamo questo nella nostra vita, non solo non la dirigiamo, ma addirittura non viviamo.
  • augusta il 12/02/2013 15:48
    nessuno è il regista... siamo qui... e cerchiamo di vivere...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0