PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Apeiron apar afar eperu

... sei polvere e tornerai alla polvere... della Terra... in alchemica materia ... se nel Tuo corpo scoprirai l'indeterminato... vedrai nel diabolico Due l'iperbolico divino Uno... tornando ad essere l'infinito Amore... dal quale mai uscisti... per metterti nel desolante cammino di una Terra promessa... in cui già eri ...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Anassimandro-Semeraro... Gerusalemme... una culla linguistica d'incontri..( è Perù ... gridò... quando vide sotto ai suoi piedi i tetti dell'El-dorado... lol )


1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 20/06/2013 17:37
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua decantata.

1 commenti:

  • - Giama - il 20/06/2013 21:57
    L'Io origine e principio, universo e infinito, allo stesso tempo... eterno...
    Ricordi Vince "la morte di un poeta"? ... "Ero una capanna di paglia e di "fango"... "
    Vita e morte, istante ed eterno...

    Splendido aforisma, tanto condiviso!

    Ciao Gia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0