accedi   |   crea nuovo account

Fuochi

Cos'è che rende così malinconica e triste la vita? Forse la sua stessa bellezza, la consapevolezza, oscura all'inizio, via via sempre più chiara, che prima o poi dovremo lasciar tutto

 

0
2 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • patrizia chini il 18/06/2016 08:20
    L'aspetto più triste della vita, il suo non essere eterna, diventa pregio, bellezza da cogliere finchè siamo in tempo. Man mano che questa consapevolezza si fa strada nella nostra vita dobbiamo "viverla" e non lasciarci vivere. "Di doman non c'è certezza..."
  • August Mishell il 03/07/2013 11:02
    Molto apprezzata la riflessione proposta, anche se penso che la bellezza non dia mai tristezza, mentre il fatto che la vita finisca, posso sembrare cinico, ma dipende che vita hai. E non ditemi che la vita TUTTI se la possono scegliere o avere o far diventare a proprio gusto... Cmq Ottimo spunto insieme filosofico e poetico
  • luca il 02/07/2013 23:00
    verissimo... bella riflessione, bravo
  • Anonimo il 02/07/2013 21:23
    Voleva essere una recensione, chiedo scusa.
  • rea pasquale il 02/07/2013 20:04
    Quando una persona diventa consapevole che la vita è il più grande miracolo, perché dovrebbe essere triste, nella religione cattolica, la tristezza era uno dei peccati capitali.

2 commenti:

  • ciro giordano il 03/07/2013 11:03
    non tutti hanno la fede che tu hai Pasquale... La tristezza un peccato? Anche una grande molla, perchè innesca domande, e ricerche, filosofiche, artistiche, addirittura scientifiche. Non voglio ovviamente esaurire l'argomento, è solo una piccola idea la mia... grazie Nico, e grazie a chi è intervenuto
  • Anonimo il 02/07/2013 20:20
    In parte lo condivido, ma penso che la tristezza possa anche dipende da ciò che viviamo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0