PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Un mondo senza tu

... se dall'io sparisse la nozione del tu... il mondo sarebbe decisamente migliore...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

l'io passerebbe direttamente nel "noi" e non ci sarebbe più un voi laggiù lontanissimo in fondo alla strada disse il Padre ed io siamo Uno e lo misero in croce perché aveva tolto quel tu.. separatore..


2
7 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 02/06/2014 08:01
    No, nessun miglioramento sarebbe di pregio quando fosse ottenuto attraverso una riduzione della libertà di essere.
  • Anonimo il 30/07/2013 14:01
    Potrebbe però anche essere molto noioso, con tante persone tutte uguali... E chissà se ci s'innamorerebbe ancora!...
    Questo naturalmente senza nulla togliere al messaggio di pace che Tu, Vincenzo, certamente hai voluto inviarci. Visto che stiamo continuamente ad avvelenarci l'anima per tutto ciò che gli altri fanno, o non fanno, anziché pensare un po' di più, e più proficuamente, a come ci comportiamo noi.
  • Anonimo il 30/07/2013 11:40
    Pensa quanti vantaggi Vincé, sparirebbe il tu, il voi, il noi e pure il loro.
    Persino i verbi sarebbero ridotti all'essenziale e... in un momento di crisi, come quello attuale, sarebbe pure un bel risparmio su tutto.
    Risparmieremmo pure sulle ore d'insegnamento, a scuola, e sulle ore di studio.
    E solo allora, potrebbe trionfare l'IO ANONIMO e dominare sull'altro io facente funzione di tu, ma non più tu perché sempre io, come l'io di prima.
    Il sommo io sarebbe il motore ANONIMO di ogni cosa e bene universale. Infatti senza più il bene del tu, la cattiveria dell'io prenderebbe il sopra vento e il sotto vento e diventerebbe l'io del bene.
    E la poesia? Non servirebbe più parlarne, perché tutto diventerebbe poesia dell'IO
    Applausi Vincé
  • Anonimo il 30/07/2013 10:41
    Come non essere d'accordo? Complimenti.
  • Anonimo il 30/07/2013 10:32
    È un pensiero che non si può che condividere..

7 commenti:

  • Anonimo il 30/07/2013 16:52
    Chi ha la tendenza a separare l'io dal tu con la stessa acrimonia con la quale si separano le razze umane oppure si separano gli uomini dalle donne, i credenti dai non credenti, un popolo dall'altro popolo, la presunta intelligenza dalla presunta ignoranza, i ceti sociali e via discorrendo, non potrà mai cogliere la finezza semantica di questo aforisma.
    Io non pretendo di averlo capito, sono un ignorante: ma l'ho assorbito. Un saluto.
  • Anonimo il 30/07/2013 16:05
    Mi scuso con Vincenzo se ho approfittato del suo spazio!
  • Anonimo il 30/07/2013 16:02
    Rispondo a Vera Lezzi.
    Non credo che si pretenda l'uniformità di pensiero e di vedute, così come avviene in molte associazioni politiche o religiose.
    Credo che la diversità e la creatività siano elementi essenziali per la crescita di tutti.
    Allo stesso modo, ritengo INDISPENSABILE L'UMILTà E IL RISPETTO per l'altro, specie se diverso da te.
    Sappiamo bene, e sta sotto gli occhi di tutti, chi ha iniziato a provocare e ad offendere in questo sito. Fare come se nulla fosse avvenuto sarebbe come dire "Volemose bene" senza voler guardare in faccia la realtà.
    Personalmente sono per la pace e per il rispetto di chiunque e raramente uso parole aggressive verso gli altri e solo quando vengo brutalmente chiamato in causa.

    Dico pure a Vera che le persone non si conoscono dalle parole che dicono, ma dai loro comportamenti e da quello che esprimono dietro le spalle.

    Personalmente, ho discusso con te e, se non mi troverò d'accordo, sono sempre pronto a discutere, ma sempre mettendoci la faccia e mai lanciando il sasso e nascondendo la mano.
    Per tale motivo, non mi piace quando si va dicendo in giro che qualcuno ti ha costretto ad andar via o ha voluto mandarti via.
    Io ho discusso con te da persona a persona e in modo aperto e leale, quindi, per favore non facciamo più le vittime sacrificali di gente falsa e ipocrita.
  • stella luce il 30/07/2013 15:18
    un mondo senza tu??? fore migliore perchè farebbe sparire l'invidia, il desiderio di comando, di imporsi... certo questo farebbe del mondo un bel mondo... ma credo che un Io senza un Tu non potrebbe mai essere felice, non è forse vero che il migliore modo di amare è quello di aiutare il nostro fratello...
  • Solo Commenti il 30/07/2013 13:08
    "Farneticazioni", correggendo il commento precedente.
  • Solo Commenti il 30/07/2013 13:06
    Aforisma poco comprensibile, nonché pericoloso per le farneticazione che induce in Linguanti. Non privo di verve il commento del prete.
  • Don Pompeo Mongiello il 30/07/2013 11:54
    Senza tu non ci saresti nemmeno tu, e nemmeno io.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0