username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Imbroglio

Chi ti imbroglia sapendo di imbrogliarti, chi ti mente sapendo di mentirti. . . in quale girone della vita dovrebbe essere collocato???

 

0
9 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 29/06/2014 11:18
    Nel girone dove stanno gli umani
  • giuliano cimino il 13/09/2013 00:40
    sono con Rocco, il rispetto prima di tutto!
  • AlfaCentauri il 12/09/2013 08:02
    ... la faccenda è conseguenziale perché di solito chi imbroglia, mente prima, ossia premedita, e mente dopo -per non svelarsi-; ma non solo! mente anche a se stesso e agli altri, verso un'etica che insegna l'onestà!
  • Rocco Michele LETTINI il 11/09/2013 19:43
    Ne lo scrigno de la vergogna!
  • Anonimo il 11/09/2013 18:08
    Trovo insolito, per il tuo repertorio, questo aforisma. Forse, è stimolato da alcune mie poesie... chissà!

    È certo, comunque, che ci sono situazioni e persone, oggettivamente condannabili, senza scusante e senza appello, come ad esempio chi ha stilato un testamento fasullo, falsificandone persino la firma del testatore, come ho scritto in una mia recente poesia.
    E ti assicuro che succede, per quanto ne so, non tra i poveri, ma in famiglie benestanti, al di sopra di ogni sospetto e di provata onestà.
    Ma come si dice, i soldi non puzzano!

    Poi, ci sono situazioni in cui, oggettivamente, non siamo in grado di esprimere un parere, in quanto non ci è dato di conoscere le motivazioni che hanno spinto a mentire o, come spesso accade, perché si accusa qualcuno di mentire, anche con premeditazione, quando invece è soltanto una nostra mania che ce lo fa sospettare.

    Nel primo caso, appurato il reato, in tribunale, con prove calligrafiche ed altro, ci sarebbe il girone chiamato galera. Senza considerare la vergogna morale per chi dell'onestà ne ha fatto, da sempre, una bandiera.

    Nel secondo caso, prima di giudicare sulla pagliuzza dell'altro, ci sarebbe da guardare alla trave che sta davanti ai nostri occhi.
    Non ti pare Stella?

9 commenti:

  • gabriella sartori il 03/10/2013 12:36
    dipende dalle intenzioni: la menzogna ha sempre un senso (di protezione, di convenienza, di paura) a differenza della verità che invece è fine a se stessa.
  • AlfaCentauri il 12/09/2013 08:03
    semplice! NEL GIRONE DEI MENTIGLIONI!!!
  • salvo ragonesi il 12/09/2013 06:59
    forse nell'idifferenza per non essere troppo cattivi. Saluti a Stella Luce. salvo
  • Anonimo il 11/09/2013 20:22
    Ti ringrazio Stella, ma non voglio sapere le cose private degli altri, se non sono loro a raccontarmele liberamente.
    Comunque, sei stata gentile a chiarire, buona serata.
  • Chira il 11/09/2013 19:37
    Nel girone dell'INDIFFERENZA e più lontano possibile dalla tua vita!
  • stella luce il 11/09/2013 19:26
    rispondo a Salvatore... il mio aforisma esca da una situazione di vita reale che sto passando in questi giorni. Dove mi sono state promesse e fatte credere delle cose e poi ne sono uscite delle altre... non voleva essere un aforisma di accusa verso nessuno e soprattutto verso nessuno di questo luogo, se vuoi ti racconto cosa mi è accaduto...
    E concordo con te meglio guardare nel proprio occhio...
    e la mia voleva essere una semplice considerazione... ops curiosità perchè dici insolito dal mio repertorio???
  • loretta margherita citarei il 11/09/2013 18:56
    nn me lo far dire in quale giorone se no vien fuori una parolaccia... piaciuto
  • Caterina Russotti il 11/09/2013 18:27
    Non credo esista un girone apposito... Non so nemmeno se queste persone sono felici a rimanere chiusi in se stessi.
  • Anonimo il 11/09/2013 16:50
    Beh, se per imbrogli intendi falsari e truffatori, ovvio, si devono collocare solo in galera.
    Chi mente, sapendo di mentire, di certo non siamo noi, a poter giudicare sulle situazioni. Mai puntare il dito, senza aver sentito tutte le campane.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0