PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

E rode e quanto rode la perdita del settimo cielo

... omettendo il discorso che l'uomo non sa neanche più cosa sia il cielo ed il regno dei cieli... tanto da costruirsi... in quanto ometto adibito ad essere soltanto un portabiti di abiti sgualciti ... telescopi sempre più impotenti nello scopo... vano tentativo... di scrutarsi sulle vie delle galassie... l'essere umano ha accumulato così tanti veli da non vedere più Salomè la figlia del re... danzare nei suoi sette cieli...

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosaria esposito il 15/09/2013 18:00
    e se poi Salomè... gli fa mozzare la testa...?!

2 commenti:

  • Anonimo il 15/09/2013 13:38
    che bravo vincè... siamo proprio ometti piccoli... piccoli... bacione
  • salvo ragonesi il 15/09/2013 10:05
    Non è facile più per l'uomo fare un'auto diagnosi, ci vuole ormai sempre un computer per trovare i suoi difetti. Piaciuta!!! ciao. salvo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0