PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bombardamenti a tappeto e mine antipersona

... l'unico botto o sparo che amo... è quello di un Dom Pérignon... non rende le vedove Clicqot... sono diventato un festaiolo è cosi facile morire... nelle guerre di oggi... in quanto a salvarsi la vita ... è meglio essere un militare... ... piuttosto che anziano donna o bambino...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

... è facile capire che la guerra ai civili non è più un incidente.. ma l'essenza stessa della nuova avventura bellica... progettare una mina che storpi un bambino rientra in questa logica perversa...


4
5 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 22/09/2013 11:59
    La guerra è un inganno. E in questo inganno lo stiamo già vivendo. Complici del super mercato delle armi, e delle entità malvagie di tutti gli universi. Ma c'è una luce, quella delle entità buone.
    Le aberrazioni compiute da militari e uomini civili in tutte le guerre sono da condannare, ma l'istinto di sopravvivenzza esce fuori che non lo controlli. E mantener misura e rettitudine senza avere punti di riferimento certi, bhe, è un brutto affare. Buona domenica. Grazie per i tuoi commenti sempre graditi.
  • Rocco Michele LETTINI il 22/09/2013 10:13
    Ancora un botto di bravura e di acuta riflessione... SERENA DOMENICA VINCE'...
  • Anonimo il 22/09/2013 09:34
    Sì, ne stiamo uccidendo davvero tanti, e specialmente i più indifesi, anche fuori dalle guerre ufficiali!...
  • Auro Lezzi il 22/09/2013 08:23
    Vincè... Me sa che te la si bevuta tutta a bottiglia..

5 commenti:

  • loretta margherita citarei il 22/09/2013 14:45
    il guaio è che si è sempre in guerra, anche col vicino di casa, nn c'è più voglia di chiarirsi, piaciuto
  • giuliano paolini il 22/09/2013 13:18
    Concorso di colpa , chi vince è sempre l'assassino? E se senza colpa lo champagne ci rallegra il cuore pet qualche momento saremo forse meno lucidi? In questo caso basta un poco di cera.
  • LIAN99 il 22/09/2013 11:39
    Caro Vincenzo, sono in piena sintonia con il tuo pensiero. Non se ne puó piú della follia dell'essere umano, di tutte queste guerre combattute con sempre meno onore e sempre piú sulla pelle dei piú deboli ed indifesi, mascherando con motivazioni pretestuose quelle che sono le vere cause dei conflitti. Per lo piú interessi economici e sete di potere. Ormai, basta pigiare un bottone per distruggere il nostro pianeta, ma a morire saranno solo i poveretti che non hanno colpe, non di certo quelli che sono nella sala di comando.
  • Anonimo il 22/09/2013 10:30
    veramente... povere creature... come si può fermare questa strage...
  • karen tognini il 22/09/2013 09:07
    Anch'io Vincenzo... che bello il botto del tappo che salta...
    Bravo.. bravo...
    Le guerre.. chissa' se l'uomo prima o poi dopo sbornie di millenni si svegliera' sobrio e lucido!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0