accedi   |   crea nuovo account

Esperi il dì e nell'Esp finalmente di cuore ridi

... appena seppi leggere... incominciai a vivere fra bellissime fate maghi impiccioni saggi centauri e cavalieri temerari... non è forse la spada nella roccia il potere della e sulla materia destinato a uomini predestinati... non è forse Biancaneve... l'anima della purezza... che dopo aver ingurgitato l'antica mela o l'orfico fico della conoscenza... si è divisa in corpo ... fra un divino splendente bene ed un titanico male ... (ne porto ancora da buon mistico il ricordo nell'adamitico pomo ) ... in un magico specchio di lune infrante ha coltivato con amore i suoi piccoli sette roteanti centri per risvegliarsi oltre la miniera dei nani ... in un c'era una volta di cielo un bacio celeste che rendeva immortali le labbra nella luce di un candelabro acceso dalle stelle dell'universo ... l'albero della vita non è forse identico all'albero delle Esperidi... ad ognuno di noi di scoprire nel proprio forziere... fra tradizioni rubini e favole... chi è il cherubino dalla spada folgorante ed il serpente arrotolato dalle cento (mille) teste ... Viviana-Vedānta... benefica nereide... fra Achille e Lancillotto... sorride dal fondo buio di un mare divenuto ormai lago... occultando nelle acque... ad occhi profani... le prove della sua esistenza... la dolcezza abbagliante delle sue perle fra lunghi capelli or biondi or neri...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

ESP = Extra-sensory perception

... Mais là-bas dans l'immense chantier
vers le soleil des Hespérides,
en bras de chemise, les charpentiers
déjà s'agitent... A. R.


4
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/09/2013 06:44
    Solo un fantastico e pregevole aforisma frutto de l'eccelso tuo pensare... da maestro di "sora arte"... BUONGIORNO VINCÈ

2 commenti:

  • Anonimo il 24/09/2013 09:52
    In piena sintonia con Chira: la tua cultura mai ci pesa, anche quando non ci sentiamo alla sua altezza, non tutto capiamo perché sempre Tu ce la porgi con un sorriso e ce ne fai gustare, se non tutto il percorso, i frutti essenziali. Grazie. Vera
  • Chira il 24/09/2013 07:56
    Tra miti greci e favole, tra chakra ed altro è come se avessi trovato un denominatore comune. Svisceri e trovi il senso di ogni cosa che l'uomo disse e scrisse, dice e scrive e tu hai la chiave per poi sorridere. Credo che qui ci sia solo una piccola parte dei tuoi interessi : cultura che passa per la ragione e per l'anima, un cammino di saggezza che ti porta a sorvolare offese pesanti perché uomo fra uomini che ha COMPRESO. Grazie Vincenzo!
    Chira

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0