PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La fuga dell'anima

... alla resa dei conti... si accorse che la Sua bella era partita con l'Oste... lasciandolo lì solo... per terra... a pagare la sbronza... di un interminabile conto...

 

1
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 29/09/2013 10:01
    Geniale Vincenzo complimenti!!!
  • Anonimo il 28/09/2013 12:54
    Succede quando si fanno i conti senza l'oste, ma si può sempre ricorrere alle poste e con un tg si rintraccia l'oste, sperando di rifare la Bella a briscola o a tresette e... se vinci, porti a casa pure l'oste.
  • Rocco Michele LETTINI il 28/09/2013 10:02
    Diligente aforisma... che riflettere Vincè!
  • Caterina Russotti il 28/09/2013 09:26
    Accidenti! L'ho sempre detto io... Guarda l'oste... E capisci quel che mangi!
    Il buon vino... Va dosato e gustato... Se ti sbronzo, ne perdi l'essenza.
    Balla frase ricca di significato.

2 commenti:

  • Anonimo il 30/09/2013 20:07
    bella vincenzo molto apprezzata... porta a riflessione
  • karen tognini il 28/09/2013 15:09
    Bellissimo il commento di Salva.. ahahah... tanto Vince.. conoscendo la tua generositá alla fine il conto lo paghi sempre tu..)... non cambi mai!... ma sei meraviglioso così..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0