PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Primigeni

nella notte dei chiarificanti silenzi... accorse l'Aurora... con le sue mani di luce modellò il cielo di un sogno d'Amore ... a cui abboccarono... fin dall'origine del mondo... un mare di uomini... presi dall'amo... di un misterioso fuoco ... verseggio ondulante... di un oscuro... ineffabile... Ti amo.. ...

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 02/10/2013 13:51
    Mi vien da dire, scherzandoci, e Vincenzo creò l'amore, e cotanto plauso scrosciò
  • francesco contardi il 02/10/2013 09:02
    Caro Vicenzo purtroppo se tutto il mondo dipendesse da quell'amo sono sicuro che avremmo avuto un mondo diverso. Tante persone di buona fede hanno "abboccato" a quell'amo, ma queste persone sono prigioniere delle altre che dell'amo hanno fatto un ragionamento tutto proprio, senza badare al suo vero significato! come sempre sei un professore

2 commenti:

  • Dolce Sorriso il 03/10/2013 09:48
    Che dire Vincenzo... sei il mago delle parole... trasformi il tuo sentire in poesia.
  • Anonimo il 02/10/2013 12:17
    Quelli abboccarono e dopo vennero altri che se li mangiarono!
    Molto bello Vincé!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0