accedi   |   crea nuovo account

Gente di umana eternità

... l'umanità è l'humus cosmico dell'eternità ... come un meteorite in cerca di una propria identità ... si disintegrò ... entrando a contatto con... l'atmosfera vigente... su questa fiorente terra... in particelle luminose soggette al tempo...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

L'oblio

... mi torna in mente questa frase... ricordati da dove sei caduto... se no Ti toglierò il candelabro... l'unico peccato mortale è che non ci ricordiamo.. chi siamo... e da dove veniamo...


0
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • massimo vaj il 05/06/2014 11:59
    C'è mancato poco che dessi della merda all'umanità. Se è norma che l'esistenza non ci abbia dato informazioni sulla precedente dislocazione del nostro esserci, significa che i debiti non pagati nelle nostra oscura e passata dimora dovremo corrisponderli nella moneta che gli umani chiamano "Sofferenza", se ci avesse comunicata l'antica geografia ci saremmo confessati risparmiandoci le pene
  • Caterina Russotti il 12/10/2013 10:49
    Stupenda frase.. siamo piccole particelle cosmiche luminose.. Soggette al tempo. Entrate sulla terra. Complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 12/10/2013 09:22
    Un libero e fantastico pensare che trova il mio encomio e il mio plauso

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0