accedi   |   crea nuovo account

Fatti di vita nel giorno dei tutti Santi

... per un ragazzino il sentire che i suoi genitori stanno facendo l'Amore nella camera accanto può essere leggermente schioccante... si sente violato nella sua purezza... specialmente se sono una coppia omosessuale... capendo di essere stato adottato...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

L'adozione da parte di coppie dello stesso sesso è legale in Regno Unito Spagna Svezia Norvegia Danimarca Belgio Paesi Bassi Islanda Israele e Francia... c'è da rifletterci sopra...


3
7 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 05/11/2013 12:04
    Sarò retrogrado, ma credo che siano importanti le figure maschili e femminili per una creatura in crescita alla ricerca dei suoi spazi e della sua identità emotiva, nonché sessuale.
  • Raffaele Arena il 02/11/2013 00:18
    Lo shock ad un bambino adottato può esser causato anche da una coppia normale. Il punto è che comunque ci sono anche famiglie uomo donna che hanno una sensibilità e danno un riferimento "naturale" come babbo e mamma ai figli. Ciò non toglie che, se sono educati, anche coppie omosessuali possono dare ai bimbi la possibilità di crescere senza traumi. Certo è che per un bimbo, specialmente nel caso che subito traumi appena nato, psicologicamente è più complicato crescere in una famiglia omosessuale, con tutto il rispetto e l'affetto che queste possono dare al piccolo. O per lo meno è necessario un supporto appropriato. Argomento complesso. Buona Domenica!!
  • Anonimo il 01/11/2013 19:06
    Una riflessione su cui noi tutti dovremmo tenere conto... Grande Vincenzo!!!!!!
  • Anonimo il 01/11/2013 08:34
    Il vero problema, secondo me, è sempre legato al rispetto e all'attenzione per l'altro, in questo caso per i bambini. L'adulto pensa solo a se stesso. Bisognerebbe interrogarsi, quando si fa qualcosa, se si fa per se stessi o veramente perché ci sta a cuore la crescita dell'altro.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/11/2013 08:02
    Un acuto da sentirlo per poterlo meditare... Leggi assurde che condanno... Lasciamo ai bambini una mamma e un papà... un affetto divino e non uno statale...
  • Auro Lezzi il 01/11/2013 06:59
    La natura ha i suoi confini.. A volte illimitati...!!!

7 commenti:

  • Anonimo il 01/11/2013 19:07
    hai ragione caro Vincent c'è da rifletterci... ci vuole tanta delicatezza e soprattutto tanto rispetto... comunque a volte famiglie tra virgolette normali non hanno ne delicatezza ne rispetto... ti abbraccio
  • Anonimo il 01/11/2013 09:51
    Psicologicamente parlando, non si è padre perché maschio, o madre perché femmina, ma unicamente per ciò che ai figli si dà, si è capaci di dare. Ed è una società puramente formale a standardizzare i ruoli. In tutti i campi della Vita. Che invece... vive spesso di sorprese. Una vita in cui, a regnare sovrana, è soprattutto la ricchezza della diversità. Ma non ce ne siamo ancora accorti. Soprattutto coloro che perfino Dio vogliono sempre maneggiare a loro uso e consumo.
  • Anonimo il 01/11/2013 09:39
    L'ideale -proprio ideale, e perciò certamente non facile, ma auspicabile- sarebbe per me il <riuscire a crescere insieme>, non sempre a scapito l'uno dell'altro, e <in modo autentico>.
  • Vincenzo Capitanucci il 01/11/2013 08:31
    Bravissima Vera...
  • Anonimo il 01/11/2013 08:30
    I turbamenti dei bambini dipendono da tante cose... Soprattutto da come gli adulti le usano. Come Assistente Sociale, ho conosciuto bambini turbatissimi in famiglie cosiddette normali, e bambini sereni, addirittura felici nonostante situazioni particolari. La vita non è fatta di fotocopie... e nemmeno di..."fotocoppie"! La vita va solo gestita con <Amore autentico>.
  • Anonimo il 01/11/2013 08:22
    Se ci scandalizzassimo delle vere porcherie e rispettassimo chi è solo diverso... tutta la società sarebbe davvero più "pulita". E meno delitti si compirebbero in nome di una falsa morale.
  • giuliano paolini il 01/11/2013 08:21
    Purtroppo amore e morte che sono i poli della vita sono vissuti come vergogne da nascondere nelle stanze chiuse e nei cimiteri distanziati dalla vista, quando gli uomini cominceranno a fare l'amore nei prati ad onorare la morte senza disperare e nessuno si scandalizzera' alla vista di un bel ventre nudo che pulsa di piacere o di un caro defunto sepolto nel giardino di casa credo che la vita avrà cominciato un percorso più sano. I love vincenzo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0