accedi   |   crea nuovo account

Comunione

Cristo, nel rito della comunione, non voleva dirci di mangiare del suo corpo, non era così arrogante. Il pane spezzato ed il vino simboleggiavano il mondo, la sua bellezza. Voleva dirci di mangiarne, del mondo, riconoscendone la sacralità, essendo Dio in tutte le cose

 

0
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 16/11/2013 10:52
    Era come entrare nel suo mondo, nella parola di Dio, nel suo amore. In un momento in cui siamo ancora puri ed incontaminati... E pronti a coglierne l'essenza.

6 commenti:

  • Luigi Lucantoni il 17/11/2013 21:21
    è un bene x i prelati che le loro anime rimangano ignoranti circa la loro stessa teologia
  • Anonimo il 17/11/2013 07:39
    Luigi, non tutti coloro che s'interessano a Gesù, o comunque ad argomenti relativi ad una Fede in Dio, seguono la teologia cattolica... Gesù è per tanti un punto di riferimento per quanto riguarda l'Amore universale. Lieta di averti incontrato.
  • Luigi Lucantoni il 16/11/2013 20:56
    dubito che questo "panteismo" concordi con la teologia cattolica
  • Anonimo il 16/11/2013 13:02
    Gesù certamente ci ha voluto invitare a vivere in comunione con Lui e tutti noi. Una comunione fatta non solo di sentimenti d'amore, ma di reale, concreta condivisione di <vita>!
  • Eugenia Toschi il 16/11/2013 11:20
    L'amore da ricercare in tutto ciò che ci circonda...
  • Chira il 16/11/2013 10:41
    Un ricordo perenne d'amore che si rinnova... in ogni cosa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0