accedi   |   crea nuovo account

Giornata mondiale

Come ha detto già Loretta, Oggi si celebra la 'Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne' e milioni di donne faranno sentire la loro voce in Italia e nel mondo. Vorrei anch'io far sentire la mia voce attraverso questa poesia da me scritta e già postata in PR quest'estate dopo aver sentito dai TG, continue notizie di violenza sulle donne. Oggi vorrei riproporla per dar voce a coloro che vivono questi momenti e han paura di denunciare per vari motivi... Amami Ti prego, Non uccidere la mia dignità del sentimento femminile. La porta si socchiude e la luce svanisce, mentre con passo concitato ti avvicini a me. I tuoi occhi ardono e il tuo viso contratto si copre di rossore. Impotente e immobile guardo le tue mani irrequiete colpire il mio corpo, mentre i tuoi piedi percuotono la terra. Non lo fa per piacer mio, cerca solo di appagare il suo! Le mie lacrime scorrono sul mio viso in cerca di un senso, un aiuto, quasi a supplicare una risposta dal Cielo. Vorrei gridarlo al mondo, ma le forze mi abbandonano e cado in un oblio profondo. Al mio risveglio, mille pensieri affliggono la mia mente. Che cosa faccio... scappo in cerca di aiuto, di un luogo sicuro ove ripararmi? Non c'è scampo, il cuor mio lo sa, che nessuno mi crederà. Consapevole che solo un saggio, può essere alieno da una ferocia tanto umana. Apro la porta, ma poi torno indietro, la socchiudo alla mie spalle. La mia stanza lì ... fredda, abbraccio il mio cuscino, mentre il mio corpo in torpore, attende un nuovo giorno. Fragile ed insicura affronto la vita, nella speranza di essere amata.

12

1
6 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 27/11/2013 15:32
    Non posso che associarmi al coro, gridando ad alta voce, quella stessa cosa così da te ben espressa.
  • Anonimo il 25/11/2013 17:45
    Basta violenze sulle donne, sui bambini... basta! Le ferite fisiche e psicologiche, rimarranno impresse nell'anima per tutta la vita!


    Bravissima Caterina.
  • Giulia Gabbia il 25/11/2013 14:11
    Una bella riflessione, che condivido in pieno.. si dovrebbe fare molto di più per arrivare ad ottenere risultati favorevoli. ancora oggi donne e non solo anche bambini sono vittime di violenza.. a dir il vero non serve ricordarli oggi ma tutti i giorni.. cmq.. complimenti
  • Rocco Michele LETTINI il 25/11/2013 08:35
    "Uniti nella sofferenza"... questo il motto da lasciare in questa significativa e triste celebrazione...
  • Anonimo il 25/11/2013 08:29
    Condivido e apprezzo il tuo pensiero, fino in fondo.
    Per la ricorrenza di oggi, mi viene da fare questa riflessione. Non sono le leggi che risolvono il problema, ma la volontà di applicarle e di farle applicare, senza sconti per nessuno.
    In ogni caso, il punto debole della questione, non è solo la donna in quanto donna, ma l'uomo in assoluto.
    Se non si comincia a valorizzare l'uomo come elemento centrale e fondamentale di tutta la nostra realtà, politica, civile, finanziaria, religiosa ecc., allora assisteremo sempre all'uomo che uccidce un altro uomo, in questo caso una donna.
    Per me, le leggi e la loro applicazione nascono solo da una vera e determinata presa di coscienza del valore umano.
    Serena giornata!
  • Auro Lezzi il 25/11/2013 08:19
    Mia dolce... Come vorrei che ciò che pensano e desiderano i puri di cuore, privi di violenza, fosse LEGGE.
  • Vincenzo Bombardieri il 25/11/2013 08:15
    Ogni giorno, nel nostro paese e nel mondo si commettono violenze contro le donne. Vivere socialmente, secondo il mio punto di vista, non significa solo produrre beni, ma essere in grado di migliorare il rapporto con l'altro sesso che spesso viene considerato inferiore e preda della volontà dell'uomo.

6 commenti:

  • Anna G. Mormina il 05/12/2013 21:04
    ... non si denuncia per paura, anche di non essere credute...
    Spero che, come nel tuo ospedale, anche in altri nascano associazioni in difesa di queste violenze!
    Caterina, grazie per avere scritto questa tua...
  • Riporto qui una mio pensiero:
    La violenza,
    da chiunque venga
    e a chiunque sia rivolta
    è sempre da condannare.
    Pertanto, è più che legittimo
    che le donne facciano sentire
    la loro voce contro la violenza,
    senza mai tuttavia diventarne
    la causa generatrice.
  • Caterina Russotti il 25/11/2013 14:27
    Nel mio ospedale, è nata un'associazione in difesa delle donne vittime della violenza e ogni qualvolta arriva qualche vittima della violenza se loro vogliono essere aiutati viene attivato un gruppo di persone ( psicologa, carabinieri, assistente sociale, casa dell'accoglienza) che insieme collaborano nel dare un aiuto concreto. Allo stesso modo, in tutte le scuole secondari e di Cinisello vengo fatti degli incontri sul tema della violenza in modo da far prendere atto del problema e far sapere che esiste un luogo sicuro per chi ne avesse bisogno... Insegnando ai ragazzi a non "bendarsi" gli occhi dinanzi a queste tematiche sociali forti... Ma ad imparare a parlare o ad aiutare eventuali amici che vivono queste situazioni... Ora capisco che questa possa sembrare solo una piccola goccia in un immenso oceano... Ma credo anche, che da qualcosa bisogni pur cominciare, nella speranza che leggi severe intervengano e vi sia una informazione più capillare del rispetto di ogni essere su questa terra.
  • Anonimo il 25/11/2013 12:47
    Condivido sia il senso che le parole usate per qquesta giornata... va bene, le commemorazioni lasciano il tempo che trovano, ma se non si fa nemmeno quello, addio.
    C'è poi una forma più subdola di violenza sulle donne, ma anche sui bambini: è la violenza della società che discrimina e quella del condizionamento ideologico... il maschio la civiltà di comportamento la può trovare solo nell'ambito familiare, da piccolo... le leggi servono, sì, ma a poco...è la società che deve crescere... non tutti i popoli sono uguali, e noi siamo messi male, purtroppo. Brava... ciaociao
  • Anonimo il 25/11/2013 09:20
    SPLENDIDE DONNE QUELLE CHE, NONOSTANTE IL TANTO SOFFERTO, TANTO ANCORA SANNO DARE PROPRIO IN AMORE! GRAZIE!!!
  • Anonimo il 25/11/2013 08:18
    Molto intensa la tua poesia sulla violenza alle donne, Caterina. Oggi sentivo al TG che ogni due giorni viene uccisa una donna dal marito o compagno. Sarebbe ora di fare delle leggi che proteggano le donne e alle donne stesse dico di farsi coraggio e di denunciare subito e non aspettare che il proprio uomo cambi, tanto non cambierà mai.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0