accedi   |   crea nuovo account

Logica mortale

L'estrema sofferenza porta a basare la propria vita su analisi ineccepibili, sillogismi assolutamente perfetti che producono granitiche soluzioni di pura logica. Ma non si rischia di partire da premesse sbagliate?

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/12/2013 17:54
    Martina,
    in confidenza, credo che la tua tesi sia colma di raziocinio che concede spazio( meno male) al dubbio. Secondo me, le premesse sono sbagliate, se non si riesce a cogliere le occasioni che la vita offre, dominando la sofferenza.
    Ho risposto alla tua richiesta.
    Ciao.
  • Caterina Russotti il 30/11/2013 00:45
    Sai, la tua è una bellissima domanda che lascia spazio a diverse risposte e tutto dipende dal tipo di sofferenza o da quello che essa ha provocato.

2 commenti:

  • Martina Giurgevich il 20/04/2014 11:44
    Vera, ho riletto ora il tuo commento in un momento di dolore estremo... e per me non è assolutamente un legame che unisce, anzi, ha distrutto tutto... ha raso al suolo la mia famiglia, anche la "famiglia" che cercavo di costruirmi, le nostre vite... la mia vita. E ora sono sola, nella mia vita sono sempre stata sola nel dolore. Le persone intorno a me ne avevano paura, come se rimanendomi vicino il mio dolore li potesse contagiare. Sei stata fortunata ad avere una "famiglia", qualunque essa sia, con cui dividere il dolore. Ti auguro ogni bene, di cuore.
  • Anonimo il 29/11/2013 17:08
    Quando la sofferenza è grande, disumana, non è certamente alcun ragionamento a salvare e non c'è alcun ragionamento di altri, estranei ad essa, che possa illuminare. Può fare miracoli e trovare soluzioni unicamente l'Amore, sia di chi soffre, che di chi assista. Certamente poi aiuta -indirettamente- anche l'aver affrontato seriamente, in precedenza, il tema del dolore: come frutto della libertà, e dei legame che tutti unisce, nel bene e nel male.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0