accedi   |   crea nuovo account

Re-pubblica platonica

... avendo sentito dire... e non essendone stato testimone... che una parola generò un universo... ricco in nebulose... per non turbare inutilmente l'ordine pubblico... con un ammasso di fuochi fatui ... vaghi ed incerti ... facenti stringere fra le braccia di altri la slavina incandescente dei propri sogni... il poeta... sommo sacerdote di una sillaba sacra... dovrebbe prima di pubblicare... verificare i fatti decantati... nell'uno-bene della sua anima universale...( i pensieri migliori sono lampi di cielo sfuggenti ad ogni ragionamento) ...

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Ogni poesia è una petizione... ogni petizione è una poesia... dal film I Sognatori di Bertolucci...


1
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 06/01/2014 09:24
    "... i pensieri migliori sono lampi di cielo sfuggenti ad ogni ragionamento". Magari la chiave è proprio questa!
  • Anonimo il 02/01/2014 19:35
    Sgombriamo il campo da una serie di equivoci: non c'è intento paradigmatico. Grande Vincenzo!!!

1 commenti:

  • Anonimo il 02/01/2014 06:11
    Platone era nemico dei poeti... odiava la poesia perché fuori dalla verità e dalla ragione, essendo sogno... sto leggendo una monogrfia della filosofa spagnola Maria Zambrano dal titolo Filosofia e poesia... o il contrario, non ricordo... un bel mattone, ma la parte che riguarda Platone, 30 pagine, è davvero significativa... quando parlava dell'universo del poeta capivo i passaggi solo pensando a te... ahahahah... ciaociao Vincenzo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0