PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

E che cazzo

Tutti indistintamente a dare addosso con aria superschifata ai politici corrotti... Ma mi sorge una riflessione... Se uno di noi superschifato si trovasse al loro posto, circondato da corrotti ed avesse la possibilità di cogliere a piene mani con estrema faciltà, resterebbe mosca bianca pulita, o si farebbe coinvolgere dal sistema??? Insomma li condanniamo o piuttosto senza poterlo evidenziare sotto sotto li invidiamo??? Bhaaaa!!!

 

3
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • rosaria esposito il 17/01/2014 16:04
    si farebbe coinvolgere dal sistema, perché se non lo facesse... non potrebbe entrare nel... sistema
  • Vincenzo Capitanucci il 17/01/2014 08:50
    senza soldi purtroppo non puoi neanche campare 3 giorni.. e poi ti ritrovi ad-osso.. in quanto al potere si è sempre saputo è solo fonte di corruzione...

    ieri c'era un bel film .. cose da matti.. di Vincenzo Salemme... che la dice tutta... per fortuna lo stato... mi da un pensione... perché son stato tradito... nei miei ideali... lol..
  • vincent corbo il 17/01/2014 08:38
    Personalmente, non li invidio. Comunque credo che i soldi e il potere non facciano schifo a nessuno.

6 commenti:

  • Elena il 17/01/2014 23:00
    I politici rappresentano semplicemente l'italiano medio, che nella loro situazione farebbe esattamente la stessa cosa. Il "magna magna" non è solo dei politici, è insito nella mentalità degli italiani. Basta vedere quanta gente non paga il biglietto del bus, giusto per farsi un'idea...
  • Anonimo il 17/01/2014 12:24
    Se un Politico -raro, e perciò scritto con la maiuscola- prende come paga più di un operaio, ma quei soldi extra li adopera <tutti>, ad esempio, per girare in lungo e largo l'Italia, e tante altre iniziative, concrete ed impegnative, prendere per occuparsi soprattutto di chi soffre, allora benedetti siano quei soldi, altrimenti a far leggi -dannose!- ci sarebbero solo i ricchi. Il guaio è che, come sempre, si fa di ogni erba un fascio, danneggiando così NON I DISONESTI, ma i pochi ONESTI esistenti. E la vita pubblica va in malora.
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 17/01/2014 10:18
    io nn li invidio affatto; anzi, mi fanno tt schifo indistintamente! -solo solo perché nessuno prende la paga di un operaio- Cosa fanno in più loro, se nn dormire sulle poltrone? PUACH
  • Anonimo il 17/01/2014 09:47
    Ripensandoci, Fabio, una cosa invece la voglio dire: la coscienza l'abbiamo tutti, ci sono però due categorie di persone che non sono in condizione di avvertirla: alcuni tipi di malati, sempre; i corrotti, quasi sempre, e purtroppo quando un bisbiglio tuttavia arriva loro, lo allontanano con crescente fastidio. Poi mai mancano nella vita quelli..."mezzo e mezzo" per i quali una qualche giustificazione mai manca. Ed è forse la cosa peggiore.
  • Anonimo il 17/01/2014 09:37
    Prima di scrivere io, questa volta ho letto le parole già esistenti... Arrivata a Fabio, la profonda tristezza che avevo addosso si è un po' rasserenata, e nessun'altra parola ho sentito il bisogno di aggiungere. GRAZIE, Fabio.
  • Fabio Magris il 17/01/2014 09:06
    C'è una cosina... chiamata coscienza... che sussurra al nostro orecchio se quel che facciamo è giusto o sbagliato. Cìè chi ce l'ha e chi no. Altri hanno trovato il sistema per "smorzare" ancor di più quella flebile voce...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0