accedi   |   crea nuovo account

Mors tua vita mea

È necessario, ogni tanto, morire al mondo per rinascere a se stessi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ignazio de michele il 30/01/2014 16:24
    sì, condivido, sarebbe come tirare il freno a mano, resettare l'ego, togliersi il paludamento che col tempo e gli accadimenti del quotidiano diventa tanto pesante che ci annulla!
    ottima!
  • Rocco Michele LETTINI il 29/01/2014 14:56
    Allontanarsi dal mondo non è sempre rinascita (l'uomo dimentica)... se il tutto non avviene gradualmente migliorandosi...

12 commenti:

  • Greca Cadeddu il 01/02/2014 10:41
    - per non ricadere nelle stesse "vite" - Giusto Stella Grazie
  • stella luce il 30/01/2014 20:52
    la morte come fine da cui poi poter ripartire... ma credo che per quante siano le nostre morti, non sempre possa accadere... credo invece che si debba morire per umilmente ammettere gli errori e ripartire ricordando il passato proprio per non ricadere nelle stesse "vite"
  • Greca Cadeddu il 30/01/2014 18:37
    Ti sei emozionato Era una battuta, non sono offesa, ma quando mai Pubblica l'aforisma, è bello!
  • Anonimo il 30/01/2014 18:20
    scusa... la tastiera l'ho massacrata e spesso salta delle lettere... mi hai... va letto.. mi hai fatto scrivere... che figuraccia ho fatto!... ciaociao
    ah, pure vadi era va di...
  • Anonimo il 30/01/2014 18:18
    Ma no... per scrivere un aforisma tutti dobbiamo calarci nella personalità del pensatore, dell'illuminante, del filosofo o quanto meno dell'intellettuale... invece il narratore è un semplice cantastorie ed il poeta un sognatore... no, Greca, con un nome così mai ti prenderei in giro... io sono uno e trino... ahahahah... megalomane... scrivo poesie quando sogno, racconti quando ricordo e aforismi quando mi vadi fare lo snob, il fighetto, il sapientino( va bene ino invece che one?... ahahahah)... insomma quando rifletto... guarda che brava, mai fatto scrivere le pasi di un aforsima... lo scrittore ricorda, o fantastiva, il poeta sogna, chi scrive aforismi riflette... ti piace?... ciaociao, perdono se ti sei offesa!
  • Greca Cadeddu il 30/01/2014 17:29
    E chi sarebbe la sapientona dell'aforisma? Non certo io! Mi stai prendendo in giro Giacomo?
  • Greca Cadeddu il 30/01/2014 17:28
    Grazie a tutti per i commenti. Per Ignazio e Stefano: il morire al mondo è inteso proprio come morte, per rinascere diversa in tutto. Non è facile e, forse, neanche possibile, purtroppo. Per Rocco: è proprio per migliorarmi che vorrei cancellare ciò che sono stata. Per Giacomo: il racconto è in arrivo, sempre che i signori del sito si degnino di leggerlo e approvarlo, sai bene come la penso. Una giornata d'attesa mi pare alquanto eccessiva, per quattro righe buttate giù. Non riguarda, comunque, l'episodio che sai
  • Anonimo il 30/01/2014 17:14
    Sull'aforisma sono d'accordo ma tu non far morire me senza sapere perché ridi in cuor tuo... ahahahah... io ho poco da vivere, spiffera tutto e presto, anche con un racconto... dai che abbiamo bisogno di scrittori anche di prosa oltre che sapientoni dell'aforisma intellettuale... ahahah... ciaociao.
  • gianni castagneri il 29/01/2014 17:25
    e' importante imparare a dire NO!
  • Nicola Lo Conte il 29/01/2014 16:40
    Grande verità che condivido pienamente...
  • loretta margherita citarei il 29/01/2014 15:00
    principio evangelico, molto apprezzato
  • Anonimo il 29/01/2014 12:51
    si,è vero, ogni tanto si deve "resettare"... bel pensiero...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0