username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Anima malata

Nella mia esistenza m'accorgo di essere un figlio del mondo non conosco i confini, ma conosco la malvagità umana.

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/02/2014 07:17
    Anch'io conosco la sua malvagia stoltezza... Il filosofo da tre soldi!
    Bell-anca,
    rido divertita della sua goffaggine da vecchio ruffiano e stalker che ancora agisce in questi porcile dove c'è uno scambio di peppì, vincè, lorè, finti autori che scrivono idiozie come le sue.
    Rido perchè la sua vittima non sono io. Tutti devono sapere di come lei non potrebbe mai correggere una frase, senza dimostrare la sua ignoranza! Ciuccio!
  • Rocco Michele LETTINI il 18/02/2014 17:30
    Saggio come sempre... Apprezzabile aforisma...
  • Vincenzo Capitanucci il 18/02/2014 15:04
    la malvagità umana come se si fosse impossessata dell'anima è diventata come lei senza confini..

    Bravo Giuseppe.. la malvagità come Parodia dell'anima...

3 commenti:

  • Antonio Tanelli il 22/03/2016 00:19
    Molto, molto interessante come aforisma e la malvagità è un infimo confine.
  • Sabrina C. P. il 23/02/2014 13:23
    un bel gioco di specchi... si vede all'esterno ciò che siamo o che che siamo stati... Mi auguro che tu abbia da parlare del passato...
  • loretta margherita citarei il 18/02/2014 15:22
    bel pensiero giuseppe

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0