username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La depressione

La depressione non è figlia de la semenza che un essere interra, ma de lo scarso e non prolifico raccolto, causa di velenosi concimi, che l'altrui sparge volutamente per sua insensibile natura.

 

3
7 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 07/03/2014 10:12
    Condiviso e molto apprezzato questo tuo saggiatissimo pensiero!
  • giuliano cimino il 06/03/2014 23:31
    sono davvero d accordo tema comunque difficile da spiegare e metterlo in versi.. complimenti
  • loretta zoppi il 06/03/2014 22:35
    Ho notato che il mio commento non è visibile... deprimente vedere uno scritto che non si manifesta. Mi ripeto con diverse parole, è ovvio, ma con lo stesso parere : caro Rocco la depressione è figlia della solitudine, i falsi amici, sempre molti purtroppo, non fanno che accrescerla e nutrirla come tu stesso hai ben evidenziato nella tua frase. ti applaudo con stima e grande amicizia.
  • Anonimo il 05/03/2014 19:47
    È vero Rocco! È difficile trovare qualcuno che comprende davvero questa "nube nera"...
  • frivolous b. il 05/03/2014 12:18
    sì e no... però interessante visione!
  • Vincenzo Capitanucci il 05/03/2014 11:14
    La depressione è figlia della nostra società... che èun rullo compressore... e della nostra sensibilità...è come fare entrare un elefante in un negozio di cristalli.. e chiedere al proprietario del negozio che hai...
    ...
    poi ci sono molti molti motivi causanti depressioni... la morte di un caro... incomprensioni con l'essere amato... un licenziamento ingiustificato... un abbandono... un male incurabile... un portafoglio sempre vuoto... un sogno mai realizzato... etcc.. etcc... o quella esistenziale.. di essere semplicemente nato in questo mondo...

7 commenti:

  • Anonimo il 11/03/2014 19:08
    se non ci si passa purtroppo non si capisce... ci vvuole tanto amore e comprensione... bravo caro amico
  • Sabrina C. P. il 07/03/2014 08:12
    Ho dovuto rimuovere tutte le poesie e muovermi legalmente. Stanotte non ho dormito un minuto e sono DILANIATA. Una cosa simile, neanche ad andarci vicino, non mi è mai capitata in 45 anni. È roba da fantascienza. Entrare e uscire da una questura per un sito di poesie. Sono esterrefatta. Ho dovuto rimuovere tutte le poesie. Non sto bene di salute e prima che quei malviventi devastassero il Sito questo era uno dei pochi momenti, non dico di gioia ma di leggero ristoro che avevo. Non ci fermeremo finchè non finirà questa vergogna perchè la giustizia ha la sua ragione d'essere.
  • Anonimo il 06/03/2014 05:18
    Hai dipinto bene cos'è questo male oscuro, Rocco, e io l'ho conosciuto bene. Son d'accordo anche con quanto ha espresso Vincenzo.
  • loretta zoppi il 05/03/2014 22:55
  • leopoldo il 05/03/2014 21:55
    Cattiveria ed insensibilità. Oculata riflessione su questo male, Rocco.
  • francesco contardi il 05/03/2014 14:41
    In parte d'accordo. Condivido anche ciò che dice Vincenzo, e cioè si và in depressione x la perdita di un caro, abbandono, licenziamenti gravi e ingiustificati... ma bisogna dire che ci sono persone che anche se gli cade un misero sassolino in testa cadono in questa situazione... ognuno reagisce alle situazioni della vita come è, non come gli altri vogliono che sia. il mondo è cosi ed è vario
  • Chira il 05/03/2014 12:56
    Vincenzo ha aggiunto tutto e di più alla tua bella riflessione... io direi anche che la comprende bene solo chi l'ha anche appena sfiorata.
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0