accedi   |   crea nuovo account

La poesia? Frustata d'amore!

La poesia? Calza il depresso umano, per uscire a passo ansante, nel suo stato "non nebuloso", a trasmettere un puro sentimento. La sola speme? Che qualche occhio veda o qualche orecchio senta lo strazio di uno stremo essere che nulla ottiene e tanto dona con frustate d'amore suonate dal suo percosso cuore!

 

4
8 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • silvia leuzzi il 08/02/2016 12:49
    Ti regalo in risposta i versi di Stesicoro che rappresentano meglio di qualsiasi parola il mio intendimento:
    A me non dà quiete

    Poi che raramente la Musa
    allieta soltanto, ma rievoca
    ogni cosa distrutta:

    a me non dà quiete il dolce
    sonante flauto dalle molte voci
    quando comincia savissimi canti.

    Solo otto versi ma Dio sa come mi ci sono riflessa. Effettivamente anche per me la poesia non è consolazione ma sommovimento, rivoluzione interiore e vita, vera vita e ricerca e studio, tutto insieme. Grande Rocco
  • Francesco Andrea Maiello il 03/04/2014 12:50
    È proprio vero Michele, ho vinto la depressione con l'ultima mia passione... la poesia!
  • Anonimo il 03/04/2014 08:13
    Un pensiero nobile, sincero e condiviso. Ottima Rocco!
  • Vincenzo Capitanucci il 02/04/2014 18:52
    La Poesia... cerca stelle fra nebulose e depressioni di pensieri.. per tradurlo in un puro sentimento... sperando... di essere frusta d'Amore... per chi la scrive.. e chi la riceve... aih...
  • Anonimo il 02/04/2014 13:46
    Le parole sono il frutto di repressi pensieri che addolciscono o avvelenano l'animo umano. Pronto a riversarle su chi amiamo o odiamo.
    Finuccia
  • francesco contardi il 02/04/2014 10:13
    A me capita spesso di avere più idee quando attraverso i momenti più "difficili" della vita... forse è vero. Si scrive meglio quando si stà male dentro, perché è una forma personale di sfogo e estraniarsi momentaneamente dai problemi. E quando non si è capiti nel testo scritto, ci si arrabbia. A me è capitato. Ciaoooo Roccooooo
  • Anonimo il 02/04/2014 09:59
    Aiuta spesso più un depresso che in modo trasparente ed umile vive la sua innocente depressione, che un altero maestro terribilmente vuoto a causa della sua presunta pienezza.
    Ciao, generosissimo Campione del Sito! Vera

8 commenti:

  • Anonimo il 04/04/2014 00:37
    In questa tua triste e parzialmente veritiera - frutto di esperienze vissute da ogni essere umano e da te, se posso permettermi, autore - frase, c'è molta disillusione e stanchezza. Amor et odio si compenetrano come sentimenti. Certo che oggi, per persone sensibili quali sei tu, con un vissuto, esperienza, è difficile poter esser ricambiati nell'affetto. Per ottener un risultato, forse, è cercare più soggetti, e mirare a colei, che si dimostra più sensibile (senza badar alla bellezza!) ad accoglierti, così come sei. Con rispetto. Un abbraccio.
  • Anonimo il 04/04/2014 00:37
    In questa tua triste e parzialmente veritiera - frutto di esperienze vissute da ogni essere umano e da te, se posso permettermi, autore - frase, c'è molta disillusione e stanchezza. Amor et odio si compenetrano come sentimenti. Certo che oggi, per persone sensibili quali sei tu, con un vissuto, esperienza, è difficile poter esser ricambiati nell'affetto. Per ottener un risultato, forse, è cercare più soggetti, e mirare a colei, che si dimostra più sensibile (senza badar alla bellezza!) ad accoglierti, così come sei. Con rispetto. Un abbraccio.
  • Anonimo il 04/04/2014 00:36
    In questa tua triste e parzialmente veritiera - frutto di esperienze vissute da ogni essere umano e da te, se posso permettermi, autore - frase, c'è molta disillusione e stanchezza. Amor et odio si compenetrano come sentimenti. Certo che oggi, per persone sensibili quali sei tu, con un vissuto, esperienza, è difficile poter esser ricambiati nell'affetto. Per ottener un risultato, forse, è cercare più soggetti, e mirare a colei, che si dimostra più sensibile (senza badar alla bellezza!) ad accoglierti, così come sei. Con rispetto. Un abbraccio.
  • viola il 02/04/2014 20:05
    Tranquillo Michele, l'importante è che veda Dio. E quando Dio dona dal cielo con il Suo grande amore, nessuno e niente potrà portarti via tale ricchezza. Non essere triste ma sorridi anche solo per il fatto di poter scrivere queste parole. Un abbraccio
  • Giulia Gabbia il 02/04/2014 14:33
    parole giuste se non ci fosse la poesia a parlare d'amore gli uomini sarebbero privi di sentimento profondi dei barbari allo stato puro.. lodi lodi e lodi
  • Ugo Mastrogiovanni il 02/04/2014 11:41
    Eh.. che te devo di?!
  • Emiliano Francesconi il 02/04/2014 10:13
    Messaggio ricevuto caro Michele!!!! Gli occhi vedono, le orecchie sentono, il cuore del poeta vede, sente e vibra per l'animo scosso suo dell'altrui persona!!!!!! Un caro e grande abbraccio!!!!!
  • Chira il 02/04/2014 09:09
    Ti assicuro, caro Rocco, che ci sono molti occhi che vedono ed orecchi e cuori che ascoltano, anche senza commentare. Le parole che nascono dal profondo arrivano sempre, come queste tue. Buona giornata!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0