accedi   |   crea nuovo account

L'Intelligenza universale

L'intelligenza, per sua natura, dà certezze solo quando non ci appartiene, perché la Verità non appartiene a nessuno e ci precede tutti sia logicamente che temporalmente. Qual'è quella Intelligenza che è possibile avere senza che ci appartenga? È l'Intelligenza concessaci dal Cielo, quella che "vede" la verità dei princìpi universali senza bisogno di ipotizzare o interpretare con il pensiero. Colui che "vede" la verità nell'immediatezza dell'Intuizione spirituale la vede, ma non la possiede, perché la Verità non la si può inventare. Costui è nella Certezza che ha la stessa infinità del Mistero assoluto, la quale non può esaurirlo.

 

0
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 20/05/2014 15:20
    Provando a darne una personale interpretazione, credo che l'intelligenza, che ci viene dalla Verità, non è un elemento da considerare come fine, ma come condizione necessaria di partenza verso una prospettiva ulteriore, che non ci appartiene.

4 commenti:

  • vincent corbo il 21/05/2014 06:41
    È come la matematica... la logica... l'uomo spesso si allontana dalla Verità perchè non riesce a tollerare la sua imponente presenza.
  • massimo vaj il 20/05/2014 19:46
    @ Salvatore: l'intelligenza individuale è il mezzo migliore che c'è per scoprire cosa è l'Intelligenza universale dalla quale essa proviene. È questa universalità la prospettiva chiave dell'Intelligenza superiore che "vede" la realtà dal suo centro attraverso i suoi princìpi, e non da un qualsiasi punto della circonferenza.
  • massimo vaj il 20/05/2014 12:28
    È naturale che si usino le parole per esprimere significati, e si sa che il compito principale delle parole è quello di falsificare la verità, ma ognuno dispone di sensibilità e di intelligenza nella misura di quello che ognuno è, dunque a chi legge è riservato il compito di comprendere, al di là delle parole, la verità che esse nascondono o possono mostrare.
  • augusta il 20/05/2014 11:54
    mi spiace sempre parole.. sarà sono agnostica... e dunque non siamo in linea.. cmq la si pensi.. 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0