accedi   |   crea nuovo account

Lo svuotone

Io amo tutto ciò che abbia anche un senso per l'intelligenza, e quando leggo una poesia di solito la vedo come lo svuotone emotivo di qualcuno che subisce la mancanza di sesso. Se la poesia è in rima almeno ci vedo dentro il giocoso intento di divertirsi a comporla, ma quando si dà l'aria impegnata lo svuotone prima rasenta, poi sorpassa e alla fine svernicia gli altri tre concorrenti: l'intelligenza, il gusto e il garbo.

 

0
8 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 11/06/2014 07:21
    Ma a volte nei commenti appare pure lo Svarione...

8 commenti:

  • massimo vaj il 11/06/2014 20:53
    Un corbo in un mondo di ciechi è un vincente
  • vincent corbo il 11/06/2014 18:33
    in effetti basterebbe fare molto più sesso e scrivere meno poesie per essere in sintonia con l'universo... ma spesso si finisce in bianco(per svariati motivi) e ci si mette a scrivere corbellerie...
  • eleonora il 11/06/2014 18:03
    già.. pensare è come masturbarsi.. e scrivere è un orgasmo!
  • massimo vaj il 11/06/2014 09:16
    È giusto che ognuno faccia come gli pare, tanto giusto che riguarda anche chi esprime critiche alla qualità di quell'aver fatto commesso dalle persone libere di fare
    In realtà alcune poesiole le ho scritte e ancora le scrivo, ogni volta che un fulmine mi spegne il computer. Le scrivo per vendicarmi del cielo che mi ha messo al mondo credendo di essere riuscito a buttar via una poesia che gli era venuta particolarmente male...
  • Anonimo il 11/06/2014 09:08
    L'anonima sono io, Paola Collura.
  • Anonimo il 11/06/2014 09:08
    L'anonima sono io, Paola Collura.
  • Anonimo il 11/06/2014 09:07
    Ognuno fa come si sente di fare, no? Io, ad esempio, non amo le poesie costruite, le apprezzo per la bravura, ma preferisco leggere opere (non ermetiche, ovvio) che mi emozionano e che mi facciano riflettere...
    Infatti le mie, lo ammetto, non sono le classiche poesie (lasciamoli fare a chi crede di poterlo fare) le mie sono solo pensieri... mi piace fare così e a chi non piace, non importa!
    Le idee, spesso, vengono di notte, quando vi è silenzio... Anch'io sono in campagna, circondata dagli uccellini che cantano e non smettono un attimo, dalle grida dei bambini e tutto il resto... ma se mi viene un idea, in quel momento, lo scrivo sul telefonino
  • massimo vaj il 11/06/2014 07:43
    Pensa che io sarei anche un poeta, se non fosse che quando compongo a voce alta delle strofe, nel frutteto che coltivo, gli uccellini smettono imptovvisamente di cantare, i grilli di frinire, la frutta cade ancora acerba dai rami, come volesse suicidarsi, e in paese iniziano a rintoccare a morto le campane...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0