accedi   |   crea nuovo account

La coscienza

La coscienza è un riverbero, squisitamente umano, dell'Intelligenza che permea l'intero universo e che, non riuscendo a intridere l'uomo, gli ha lasciato la coscienza di sapere di esserci, al posto della consapevolezza di capire il perché.

 

0
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 12/06/2014 06:26
    essere senza capire il perché di quella voce-luce che Ti chiama...

7 commenti:

  • vincent corbo il 12/06/2014 12:11
    in effetti ve le siete dette di santa ragione, ma sempre con un certo aplomb... tipico di voi intellettuali.
  • massimo vaj il 12/06/2014 11:47
    Certo che definire "scambio di vedute" la discussione attorno alle caratteristiche dello spazio profondo, tra un cieco e un astronomo, è cosa che lascerebbe perplesso persino un sordo profondo...
  • massimo vaj il 12/06/2014 09:30
    È il difetto che accompagna la consapevolezza dei princìpi universali. Pensa che per evitare questa condanna alcuni di sé mostrano soltanto i difetti che non hanno nascondendo i pregi che hanno. Sono chiamati "La gente del biasimo" e sono i prediletti da Dio. La mia condizione spirituale dalla loro si discosta parecchio, perché mostro i difetti che ho... nascondendo i pregi che non ho
  • vincent corbo il 12/06/2014 08:29
    cmq è sempre stimolante discutere malgrado i diversi punti di vista... certo anche tu sei entrato nel sito con il piede pesante, nel senso che sei una persona che non passa inosservata.
  • massimo vaj il 12/06/2014 08:13
    Sì, Vincent, mica scrivo aforismi. Sono tutti commenti ad aforismi scritti da altri che critico, o estrapolazioni di miei scritti e anche molto spesso frammenti di ciò che resta di litigi con altri utenti. Luigi è stata una di queste persone che ha tenuto a manifestarmi il suo giudizio che, se fosse stato detto ai tempi dei giacobini avrebbe fatto impallidire la ghigliottina. Ora abbiamo fatto quasi una tregua, dopo che l'ho legato in cantina liberandolo alle cinque del pomeriggio per farmi servire il tè coi pasticcini che mi prepara personalmente. Sarà per questo che non mi sento tanto bene?
  • vincent corbo il 12/06/2014 06:25
    Questa l'ho già letta, mi sembra in uno scambio di vedute tra te e Luigi.
  • Teresa Pisano il 12/06/2014 06:16
    E infine, ci sono quelli che ci provano... ahimè... a capire

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0