PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'eroismo nella poetica femminile

Una poetessa è garbata, delicata e rispettosa della vita e degli esseri come nemmeno il sole saprebbe essere, perché è donna, ma se le dici qualcosa che metta in discussione la sua eleganza espressiva, la sua maestosa intelligenza che sa soffrire in silenzio, improvvisamente essa subisce una trasformazione alchemica che trasforma l'oro in tartaro, e non intendo il guerriero che galoppa altero nelle steppe della Crimea, ma dello strato depositato, sui muri delle fogne, dal liquame che le attraversa lento.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 18/06/2014 14:12
    gli stronzi non piovono mai a caso... ma cadono tutti dal cielo... il saggio lo sa... e quando ne prende uno in faccia... chiede subito scusa... fosse solamente per avere suscitato una simile parola nella bocca di un altro... senza neanche chiedersi neanche in " cuore" suo.. ae ha ragione o torto.. ho esattamente gli stessi problemi di tastiera... ma non né ho una nuova... con quel che costa una tastiera potrebbe sembrare proprio stupido non cambiarla... ma forse è proprio un segno... per dirmi... hai proprio consumato la soglia delle parole.. ed è gran tempo che io taccia..
  • vincent corbo il 18/06/2014 13:16
    Io parlavo in generale, nel senso di scuse reciproche e strette di mano quando si superano certi limiti, o anche chiarimenti che portino ad una riappacificazione.
  • massimo vaj il 18/06/2014 12:46
    Vincenzo... refuso dovuto alla sparizione dei caratteri dai tasti della mia vecchia tastiera. Digito a memoria, nonostante ne abbia una nuova, silenziosa e senza fili
  • massimo vaj il 18/06/2014 12:44
    A Vincendo ricordo che ogni qualvolta si parli di donne, non sia strettamente indispensabile ricordare che gli uomini sono diversi.
  • massimo vaj il 18/06/2014 12:42
    Secondo Vincent dovrei chiedere scusa a chi mi ha dato dello stronzo cocciuto, perché ho detto che la poesia non è quasi mai interessata a conoscere la causa del sentimento che ama decorare?
  • Nicola Saracino il 18/06/2014 09:03
    Dice quel che dice ed io non cambierei una parola di quello che è detto...
  • silvia leuzzi il 18/06/2014 08:37
    Grande Vincenzo Corbo mi piace la tua acutezza di pensiero... Per quanto riguarda il buon Massimo: " che vuoi dire con questa specie di aforisma? "
  • Vincenzo Capitanucci il 18/06/2014 07:33
    l'oro deve essere saggiato... dal fuoco dell'insulto... ed è valido sia al maschile... che al femminile...
    ..
    questo sito è uno splendido esempio di anarchia... un esperimento interessante ... nessuna regola... nessuna limitazione e censura... e malfunzionante per esasperare ancora di più gli animi..
  • vincent corbo il 18/06/2014 06:16
    Ad ogni azione corrisponde una reazione. Anche i poeti uomini subiscono spesso le medesime modificazioni, oppure stai diventando maschilista? Dentro di noi si agitano forze contrastanti, però poi basta una parolina di scuse per far ritornare il sereno.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0