username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Dal male la paura (Aforismi celebri e osservazioni)

- "Non metu, sed officii causa peccatis abstinendum". (Cicerone, De off.) Non per paura, ma per dovere, l'uomo si deve astenere dal male. - "Proprium est nocentium trepidare". (Seneca, Epist.) È proprio del colpevole l'aver paura. Da le attente osservazioni dei due illustri filosofi latini, tutto porta a pensare che nel passare terreno non bisogna aver paura che del proprio peccare. Il peccare non ha scusante, la paura mai ragione.

 

3
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 23/06/2014 17:54
    Vero, tuttavia il senso di colpa è quasi una esclusiva dei buoni... e mai un coccodrillo penserà male di se!
  • Don Pompeo Mongiello il 22/06/2014 17:22
    Normalmente chi fa male consapevolmente non ha paura, e poi di che? De l'Inferno, che per loro non esiste. Al contrario chi ha paura e crede, evita di far male. In disaccordo sia con Cicerone che con Seneca quindi. Anche se plaudo al tuo bel stile.
  • Ayesha il 22/06/2014 11:43
    bisognerebbe capire dove finisce la paura e dove inizia il peccato...
  • loretta margherita citarei il 20/06/2014 12:51
    l'empio scava la fossa e dentro vi cade, dicono i salmi, bravo rocco
  • LIAN99 il 20/06/2014 11:02
    Considerazioni che portano a riflettere, soprattutto sui propri comportamenti; a volte, è estremamente sottile il confine tra bene e male e si può far danni enormi proprio quando si pensa di agire a fin di bene. Perciò è opportuno sempre interrogarsi sul proprio operato ed averne consapevolezza onde il bene od il male che ne derivino siano frutto, quanto più possibile, di scelte responsabili e non di condizionamenti imposti dall'esterno. Grazie per gli spunti offertici.
  • massimo vaj il 20/06/2014 10:52
    C'è una paura che non ha ragioni di essere, e una che quelle ragioni ce le ha. La prima è data dal temere la verità quando si è onesti, mentre la seconda è quella nutrita da coloro che, essendo disonesti, temono la verità.

4 commenti:

  • Anonimo il 21/06/2014 09:06
    due citazioni che portano a profonde riflessioni... un bacio rocco...
  • Fabio Realacci il 20/06/2014 11:20
    Il rimorso è il peccato più grave dettato dalla paura e dalla ragione.
    Soddisfatto di aver letto per merito suo di due grandi autori latini.
  • Emiliano Francesconi il 20/06/2014 09:27
    Sempre bisognerebbe aver paura del peccare di reati gravi... Offende noi stessi ed il prossimo
  • Vincenzo Capitanucci il 20/06/2014 09:02
    chi fa del male... fa male a sé stesso..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0