accedi   |   crea nuovo account

Gli SMS

Gli SMS sono il pianto dirotto della lingua italiana.

 

3
5 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Stanislao Mounlisky il 23/03/2015 06:22
    l'inserimento nella categoria "umoristico" di questa frase non è esatto: la frase andava inserita come "attualità" (in mancanza della categoria "drammatico" )
  • Don Pompeo Mongiello il 02/12/2014 14:05
    Concordo anch'io, ma come la stessa Leuzzi dice, non è il solo male, per le Patrie lettere.
  • Luca il 30/11/2014 10:34
    Un dimezzamento delle parole, uno stropicciamento
  • silvia leuzzi il 28/11/2014 11:12
    Verissimo caro Ugo ma non sono lettere e neppure articoli. Purtroppo il pianto dirotto della lingua italiana è la scuola stessa, dove non ci sono né tempi né volontà nè rispetto per lo studio, per gli insegnanti, per tutto ciò che sia becero opportunismo.
  • roberto caterina il 28/11/2014 10:49
    È una bella definizione che mi trova concorde, bravo...
  • Rocco Michele LETTINI il 28/11/2014 10:27
    È l'amore che freme... e il pianto si fa incessante... Ironicamente apprezzabile... SERENA GIORNATA UGO

5 commenti:

  • Stanislao Mounlisky il 23/03/2015 06:16
    le lingue vive cambiano, più o meno velocemente, che ci piaccia o no... forse fra qualche tempo anche i testi delle leggi saranno scritti così... ahiahi1!
  • Nicola Lo Conte il 09/01/2015 12:09
    Estremamente appropriato, ciò che scrivi, soprattutto per chi ama la lingua Italiana.

  • silvana capelli il 07/12/2014 17:45
    Hai ragione caro Ugo! Ho visto il film di "GIACOMO LEOPARDI" Il lessico parlato era straordinariamente divino. Altri tempi si, Forse nella scuola ne dovrebbero prendere lezione! Auguri, BUON NATALE!
  • salvo ragonesi il 02/12/2014 13:07
    gli Sms sono il rifiuto di un vero approccio Verbale. con l'iterlocutore. Un sentito saluto Caro Amico
  • Chira il 28/11/2014 10:27
    In genere sono zeppi di abbreviazioni... leggerli ad alta voce è un pianto vero! Orwell, nel suo "1984" lo aveva quasi predetto quando parlava della "vaporizzazione" anche della lingua, non solo delle persone, da parte della politica del GRANDE FRATELLO. Si era nel 1948... Un caro saluto!
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0