accedi   |   crea nuovo account

Riflettendo su Matilde

Sto leggendo CASTIGO di Matilde Serao e non ricordavo da tempo una scrittrice ( nata e vissuta a cavallo tra 800-900, intellettualmente molto vivace, giornalista e unica donna che ebbe a fondare un giornale, Il Mattino) così profonda in materia di modo di amare e delle dinamiche per cui una donna crede d'essere amata da un uomo, dando tutta se stessa, e invece non lo è, mentre lui capisce solo troppo tardi che il vero amore è perduto... parlare di amore, di questi tempi, è un'impresa ardua... anche se penso che il vero amore non nasca nella normalità delle cose..

 

2
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/02/2015 16:54
    Mariateresa, mi permetta.
    In tema di riflessioni... le chiedo come valuta certe perle d'ignoranza del suo amico Giacomo, insegnante (?)...
    E parla di scuola e taccia d'ignoranza gli altri.

    Ecco:- eccerto/ igenista / trentanni

    Colosio Giacomo il 25/02/2015 15:40
    Glauco... eccerto, lascio le cose serie... le cagatine come questa le tolgo... posso farlo, no?...è nel mio dirittto... ieri la mia igenista dentale, ragazza di 32 anni di una grazia unica e di una bravura fuori misura, mi ha detto: peccato signor Colosio che ha mescolato cose molto belle ad altre che quasi non sembrano scritte da lei... ahahahah povera stella, ha ragione. Le ho promesso che le cancello tutte... le cagatine ovvio.

    Colosio Giacomo il 25/02/2015 15:21 [segnala un abuso]
    Eh beh... sono stato insegnante per trentanni... questa poesia sarebbe da appendere in tutte le bacheche scolastiche italiane... eheheheh... vedasi mio racconto sul 'sessantotto. In quel periodo i dogmi scolastici li mettemmo alla berlina... vabbè, discorso lungo assai.

    Apprezzo Matilde Serao di cui ricordo con intenso piacere "Il ventre di Napoli", ed apprezzo la sua riflessione.
  • frivolous b. il 26/02/2015 09:16
    Come catturi tu il lettore con storie di normalità (?) nessuno!

7 commenti:

  • mariateresa morry il 27/02/2015 07:32
    PerColosio:Lo sceneggito anni 70 che riproduceva Castigo, vedeva tra gli interpreti il grande Alberto Lionello, attore teatrale di prim'ordine. LO si può vedere ancora in Youtube. Era l'epoca in cui la TV faceva bellissimi sceneggiati, molto accurati e a modo suo, diffondeva il buon teatro e la letteratura. Altri tempi!
  • Anonimo il 26/02/2015 19:59
    Grande scrittrice, grande giornalista, pur priva di titoli di studio.. letyto il libro e ricordo perfino quello sceneggiato televisivo fine anni '70, vagamente però.
    lei nasce giornalista, si può dire, fin da bambina... e poi diventa scrittrice...
    P. S. non hai bisogno di consigli, hai già risposto a tono... questa Adalgisa Scanagatti, che probabilmente è un uomo, è uno dei nick che ha mandato in malora il sito. Io non ho alcun rapporto con questo nick... a meno che sia l'autore che ha mandato in malora il sito sotto falso nome. Occhio perché mi spiacerebbe perderti... ora lei tenta di metterci l'uno contro l'altra... io non abbocco, e tu nemmeno immagino. Ma vedrai che verrà ancora a rosicare... quando ti parlai del sito che va alla malora ecco qui uno dei motivi.
    Io dichiaro a tutti di essere arcicontento che tu sia qui, anche se non è contraccambiata la mia stima. holahola.
  • mariateresa morry il 26/02/2015 17:09
    Infine io nn sono amica di nessuno, quindi non mi si attribuiscano legami anche solo virtuali che non ho. Sono qua solo per pubblicare qualche cosa. Non leggo molto perchè ho poco tempo. Sarò educata con chi lo sarà con me. Per il resto con un semplice click posso uscire dalla porta immaginaria del sito.
  • mariateresa morry il 26/02/2015 17:04
    Scusami Aldagisa, sono rientrata da due giorni qui, dopo moltissimo tempo, e mi si vuol già coinvolgere in beghe di cui non so nulla? Non mi par bello... Posso sempre tornare da dove sono venuta..
  • salvo ragonesi il 26/02/2015 15:32
    Ma l'amore una voòta era interpetrato moòto più romanrico di oggi anche se con pià donne, oggi manca la fase del corteggiamento. credo. Il romanzo un bel romanzo sicuramente..
  • frivolous b. il 26/02/2015 09:30
    ooooooooook... lo dirò a Fabio!
  • mariateresa morry il 26/02/2015 09:26
    fabio, leggiti, la Serao, è dirompente.. Un uomo vuole due donne per se, ne nasce una storia straordinaria. Lui, nobile napoletano, tutt'attorno un mondo che sa vede e tace.. leggileggi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0