accedi   |   crea nuovo account

Paradiso-Inferno

Continuai a fissarla. Nuda. Perfetta. Lì sul letto a fianco a me. Faceva solamente finta di dormire. Se Dio esiste, pensai, questa ne è la prova. Come se mi stesse dicendo : "Ehi tu, é solo un assaggio del paradiso questo!". Esterrefatto continuai a fissarla. Il seno non troppo grande, le gambe, le gambe delle donne sono la mia croce pensai, ma anche gli occhi verdi-blu, e i capelli mossi e neri come la notte senza luna. Stava solo fingendo di dormire, si alzò e iniziò a rivestirsi, lentamente. Prima il reggiseno, poi il tanga, e in seguito tutto il resto. Fu un supplizio."Ehi tu, é solo un assaggio dell'inferno questo". Dio o l'universo o chiunque altro si stava beffando di me.

 

1
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 03/08/2015 10:34
    Devo dire molto ben scritto e mi complimento di cuore.
    In quanto alle pubblicazioni tu scrivi e posta, cercando poi di guadagnare i crediti. Essendo nuovo non ti hanno ancor ben fissato.
    Ne potrebbe comunque saper di più Stefano Centrone e Rocco Michele Lettini.
  • Nicola Lo Conte il 21/07/2015 22:03
    Intrigante gioco di seduzione che sconvolge i sensi...
    Paradiso e inferno come un gioco.
  • frivolous b. il 17/07/2015 09:15
    Un po' contorto, maledetto, forse neanche un aforisma, però bello!

4 commenti:

  • Luca il 17/07/2015 20:54
    Grazie mille a tutti
  • Stanislao Mounlisky il 17/07/2015 08:49
    Divertente e drammaticamente vero Stan
  • Luca il 17/07/2015 01:46
    Chissà... Un saluto 😊
  • Ellebi il 17/07/2015 00:00
    Forse anche in questo modo si può farsi un'idea di cosa sia l'Inferno e il Paradiso, del resto il Paradiso islamico pare sia pieno di vergini. Un saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0