accedi   |   crea nuovo account

Diciotto/agosto/duemilaquindici

Non fare il chiodo che vien battuto nelle cose, sii una vite che le penetra a spire.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 20/08/2015 07:26
    purtroppo siamo chi-odi ed abbiamo bisogno di un martello.. sulla testa.. e dire che sarebbe bastato un cacciavite.. per uscire dal cerchio ed entrare in una spirale di emozioni senza fine..
  • Gioia Ippolito il 19/08/2015 17:41
    Fabio,
    hai ragione! Chiodo schiaccia chiodo, ma una vite lascia il segno di una profonda penetrazione.

2 commenti:

  • Anonimo il 19/08/2015 16:48
    poche parole sagge efficaci poetiche. Bellissima.
  • giuseppe gianpaolo casarini il 19/08/2015 13:19
    Bella riflessione.. e saggia

    ggc

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0